Pubblicato il Lascia un commento

Base scientifica per’influenza dell’uomo’

Lo studio teorico ha esaminato vari scenari per verificare se fattori ambientali e comportamentali avrebbero potuto portare uomini e donne ad evolvere sistemi immunitari leggermente diversi. Gli autori propongono che la predilezione degli antenati dell’uomo moderno per comportamenti a rischio significa che sono più esposti alle infezioni, ma paradossalmente questo diminuisce la loro immunità. “Al di sopra di un certo livello di esposizione, il beneficio del rapido recupero nei maschi diminuisce a causa della costante reinfezione … questo seleziona per una minore resistenza nei maschi”, ha spiegato l’autore principale Dr Olivier Restif ( Telegraph, 24 mar 2010). È stato suggerito che potrebbe esserci un compromesso tra lo sviluppo di un forte sistema immunitario e l’essere riproduttivamente competitivi (The Times). Coerentemente con questa ipotesi, il testosterone ha dimostrato di interferire con la risposta immunitaria, potenzialmente mettendo gli uomini con alti livelli di testosterone a maggior rischio di infezione. In effetti, è stata segnalata anche una maggiore suscettibilità dei maschi a infezioni come la malaria (The Times).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.