Pubblicato il Lascia un commento

Cheratocongiuntivite secca (KCS) o occhio secco nei cani

Che cos’è la cheratocongiuntivite secca?

Cheratocongiuntivite sicca (KCS) è una condizione che è anche comunemente indicato come occhio secco. Il termine medico significa infiammazione della cornea e dei tessuti circostanti dall’essiccazione. È una condizione comune dell’occhio derivante da una produzione inadeguata della porzione acquosa del film lacrimale da parte della ghiandola lacrimale e/o della ghiandola della terza palpebra.

Che cosa causa l’occhio secco?

Le lacrime sono necessarie per lubrificare la cornea e rimuovere eventuali detriti o agenti infettivi che possono contattare l’occhio. Il film lacrimale è una miscela di muco, liquido grasso e acqua.

“Qualsiasi condizione che comprometta la capacità di produrre quantità adeguate di film lacrimale può causare secchezza oculare.”

Qualsiasi condizione che comprometta la capacità di produrre quantità adeguate di film lacrimale può causare secchezza oculare. Alcune delle cause più comuni di KCS includono:

  • Malattie immuno-mediate che danneggiano le ghiandole che producono lacrima. Questa è la causa più comune di KCS ed è poco conosciuta. Il sistema immunitario del corpo attacca le cellule che producono una parte del film lacrimale con conseguente diminuzione della produzione. Questo è pensato per essere un disturbo ereditario.
  • Malattie sistemiche come le infezioni da virus del cimurro canino.
  • Farmaci come alcuni sulfonamidi (sulfamidici).
  • Ipotiroidismo.
  • Effetti sul sistema nervoso di un’infezione dell’orecchio interno (KCS neurogenico).

Alcune razze hanno maggiori probabilità di sviluppare KCS?

Sì. Le razze più probabilità di sviluppare KCS includono:springer_spaniel_kcs

  • American Cocker Spaniel
  • Bloodhound
  • Boston Terrier
  • il Cavalier King Charles Spaniel
  • Bulldog inglese
  • English Springer Spaniel
  • Lhasa Apso
  • Schnauzer nano
  • Pechinese
  • Pug
  • Samoiedo
  • Shih Tzu
  • West Highland White Terrier
  • Yorkshire Terrier

Quali sono i segni clinici dell’occhio secco?

La maggior parte dei cani ha occhi dolorosi, rossi e irritati. Spesso strizzano gli occhi, lampeggiano eccessivamente o tengono gli occhi chiusi. C’è spesso una scarica mucoide spessa, giallastra, presente come risultato della diminuzione della componente acquosa (acquosa) del film lacrimale. L’ulcerazione corneale è spesso presente. Nei casi cronici, c’è spesso una storia di lesioni oculari ricorrenti, ulcere o congiuntivite.

“La visione può essere ridotta se le cicatrici sono estese.”

Molti cani svilupperanno cicatrici corneali chiamate iperpigmentazione che possono essere viste in stretta osservazione. Le cicatrici corneali spesso sembrano un film scuro che copre gli occhi. È spesso possibile vedere piccoli vasi sanguigni che scorrono attraverso la cornea chiamata neovascolarizzazione. La visione può essere ridotta se le cicatrici sono estese. Gli occhi hanno spesso un aspetto opaco e lusterless a causa dell’essiccazione corneale. KCS colpisce più comunemente di mezza età ai cani più anziani. Entrambi gli occhi sono solitamente colpiti anche se un occhio può apparire peggiore dell’altro.

Come viene diagnosticata la KCS?

La diagnosi si basa sull’anamnesi, sui segni clinici e sulla riduzione dei test di produzione dello strappo. Il test di produzione lacrimale più comune è il test lacrimale Schirmer (STT). Questo semplice test utilizza una speciale carta traspirante per misurare la quantità di film lacrimale prodotto in un minuto. Ulteriori test diagnostici che possono essere eseguiti includono colorazione corneale per verificare la presenza di ulcere corneali, pressione intraoculare (IOP) per determinare se il glaucoma è presente e esame del dotto lacrimale o vampate di calore per garantire il normale drenaggio lacrimale.

Come viene trattato l’occhio secco?

Il trattamento dell’occhio secco ha due obiettivi: stimolare la produzione di lacrime e sostituire il film lacrimale, proteggendo così la cornea. Ci sono due farmaci oftalmici comunemente usati per stimolare la produzione di lacrime, ciclosporina (marca Optimmune®) e tacrolimus. Entrambi sono facilmente posizionati negli occhi una o due volte al giorno. Questi farmaci sono molto sicuri e la maggior parte degli animali domestici migliorare notevolmente con il loro uso coerente. La pilocarpina (marchio Isopto-Carpine®) è utile nel trattamento dei casi di KCS neurogenici.

La sostituzione del film lacrimale viene spesso utilizzata in combinazione con uno stimolante della produzione lacrimale. Questo è fondamentale per mantenere la cornea umida e sana, soprattutto durante la fase iniziale del trattamento. La maggior parte dei cani riceverà la sostituzione dello strappo ogni due o sei ore, a seconda delle necessità e della gravità della condizione. Alcuni cani richiederanno antibiotici topici o farmaci antinfiammatori per trattare l’infezione e l’infiammazione sottostanti.eye_drop_dog

Pulire delicatamente gli occhi più volte al giorno con un panno caldo e bagnato aiuterà il vostro cane a sentirsi meglio e può aiutare a stimolare la produzione di film lacrimale. Il veterinario dimostrerà il modo corretto per amministrare i farmaci del vostro animale domestico e affrontare tutte le domande che si possono avere circa la cura per la condizione del vostro animale domestico.

Cosa succede se non riesco ad applicare i farmaci?

Se non è possibile somministrare farmaci per gli occhi del cane, discuteremo la possibilità di correzione chirurgica. Anche se questa non è un’opzione per tutti i cani, vi aiuteremo a determinare se questa è una possibilità per il vostro animale domestico. La correzione chirurgica comporta il riposizionamento del dotto salivare in modo che secerne la saliva sugli occhi. Questo intervento viene solitamente eseguito da un veterinario o da un oculista certificato dal consiglio. Questa procedura ha un rischio significativo di complicanze, quindi non dovrebbe essere perseguita a meno che tutti gli altri trattamenti non abbiano fallito.

Qual è la prognosi per un cane con diagnosi di KCS?

Con i farmaci stimolanti la lacrima di oggi, la prognosi per i cani con diagnosi di KCS non è mai stata migliore. L’occhio secco richiede cure mediche per tutta la vita. Con diligente attenzione e monitoraggio, la maggior parte dei cani sono in grado di godere di una vita senza dolore. Se la condizione viene diagnosticata in ritardo nel corso della malattia e se si è sviluppata un’ampia cicatrizzazione corneale, l’animale potrebbe non rispondere pienamente o riacquistare la vista. Una volta che le cicatrici corneali si sono sviluppate, c’è poco che può essere fatto per invertirlo. E ‘ fondamentale che si seguono attentamente piano di trattamento del veterinario per massimizzare la probabilità di un esito positivo.

Collaboratori: Tammy Hunter, DVM; Ernest Ward, DVM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.