Pubblicato il Lascia un commento

Compagno di corsa di ogni candidato presidenziale dalla seconda guerra mondiale

Visualizzato: I leader mondiali in posizioni di potere

Chi erano i leader mondiali quando il muro di Berlino è caduto? Quante donne sono state capi di stato in governi importanti? E chi sono le ultime aggiunte alla lista dei leader mondiali?

Questo grafico rivela i leader delle potenze globali più influenti dal 1970. I paesi sono stati selezionati in base alla classifica dei Paesi più potenti del 2020 dal rapporto mondiale U. S. News&.

Nota: La Svizzera è stata omessa a causa del rapido cambiamento della sua leadership nazionale.

Gli anni ‘ 70: le rivoluzioni economiche

La nostra grafica inizia nel 1970, anno in cui Leonid Breznev governava l’Unione Sovietica, mentre dall’altra parte della cortina di ferro, Willy Brandt presiedeva la Germania Ovest.

Negli Stati Uniti, Richard Nixon attuò una serie di shock economici per stimolare l’economia, ma si dimise in uno scandalo a causa dei nastri del Watergate nel 1974. Nello stesso periodo di tempo, la Cina stava subendo una rapida industrializzazione e difficoltà economiche sotto gli ultimi anni di governo del rivoluzionario comunista Mao Zedong, fino alla sua morte nel 1976.

Nel 1975, il re dell’Arabia Saudita, Faisal bin Abdulaziz Al Saud fu assassinato da suo nipote. Il decennio segnò anche la fine della dittatura di Park Chung-Hee in Corea del Sud quando fu assassinato nel 1979.

Per chiudere il decennio, Margaret Thatcher divenne la prima donna primo ministro del Regno Unito nel 1979, trasformando l’economia britannica utilizzando una politica economica laissez-faire che sarebbe diventata nota come Thatcherismo.

Gli anni 1980: Reaganomics e la caduta del muro

Gli anni 1980 videro Ronald Reagan eletto negli Stati Uniti, iniziando un’era di deregolamentazione e crescita economica. Reagan avrebbe effettivamente incontrato il presidente dell’Unione Sovietica, Mikhail Gorbaciov nel 1985 per discutere dei diritti umani e del controllo delle armi nucleari tra le tensioni della guerra fredda.

L’assassinio nel 1984 del primo ministro indiano Indira Gandhi fu anche un evento decisivo del decennio. Le succedette suo figlio, Rajiv Gandhi per soli sette anni prima del suo assassinio nel 1991.

Gli anni ‘80 sono stati tempi chiaramente turbolenti per i leader mondiali, soprattutto verso la fine del decennio. Nel 1989, il muro di Berlino cadde e la Germania fu riunificata sotto il cancelliere Helmut Kohl. Il 1989 è stato anche l’anno in cui gli eventi devastanti si sono verificati nelle proteste di Piazza Tiananmen in Cina, sotto il presidente Deng Xiaoping. L’evento ha lasciato un segno duraturo nella storia e nella politica della Cina.

Gli anni ‘ 90: la guerra 2.0 e la promessa dell’UE

L’inizio di un nuovo decennio segnò la fine della guerra fredda e la caduta dell’Unione Sovietica, portando Boris Eltsin alla posizione di primo presidente della Federazione Russa. Un senso di pace, o almeno la consapevolezza che un dito non galleggiava sopra un pulsante di lancio nucleare in un dato momento, ha portato un senso di calma globale.

Tuttavia, questo non significa che il decennio sia stato senza conflitti. La guerra del Golfo è iniziata nel 1990, guidata dagli Stati Uniti. il comandante in capo dell’esercito George H. W. Bush. A metà degli anni ‘ 90, il primo ministro israeliano Yitzhak Rabin fu assassinato da estremisti ebrei.

Nonostante questo, gli anni ‘90 sono stati un momento di ottimismo per molti. Nel 1993 è iniziato il progetto europeo. L’Unione Europea è stata fondata con il sostegno di leader europei come il primo ministro britannico John Major, il presidente francese Francois Mitterrand e il cancelliere tedesco Helmut Kohl.

Gli anni 2000: primati storici e cambiamenti di potere

L’alba di un nuovo secolo aveva persone che si sentivano speranzose e spaventate. Mentre Y2K non ha messo fine al mondo, si sono verificati molti eventi trasformativi, come gli attacchi dell ‘ 11/9 a New York e la successiva guerra al terrorismo guidata dal presidente degli Stati Uniti George W. Bush.

D’altra parte, Angela Merkel ha fatto la storia diventando la prima donna cancelliere della Germania nel 2005. Pochi anni dopo, Barack Obama ha anche ottenuto un importante “primo” come primo presidente afroamericano negli Stati Uniti.

Gli anni 2000 agli inizi del 2010 hanno anche rivelato cambiamenti di potenza in rapida evoluzione in Giappone. Shinzō Abe è salito al potere nel 2006, e dopo cinque cambi di leadership in sette anni, alla fine è tornato indietro, finendo di nuovo come primo ministro entro il 2013—una posizione che ha ricoperto fino alla fine del 2020.

Country Number of Leaders Since 1970
🇯🇵 Japan 25
🇹🇷 Turkey 18
🇮🇳 India 12
🇦🇺 Australia 12
🇬🇧 UK 10
🇺🇸 USA 10
🇰🇷 South Korea 10
🇮🇱 Israel 9
🇨🇦 Canada 9
🇷🇺 Russia 7
🇫🇷 France 7
🇨🇳 China 6
🇩🇪 Germany 5
🇸🇦 Saudi Arabia 5
🇦🇪 UAE 2

The 2010s: World Leaders Face Uncertainty

The 2010s were more than eventful. Le proteste di Hong Kong sotto il presidente cinese Xi Jinping, e l’annessione della Crimea guidata da Vladimir Putin, hanno scoperto il predominio vacillante della democrazia e del diritto internazionale.

La mossa del primo ministro britannico David Cameron di introdurre un referendum sulla Brexit, ha portato poco più della metà della popolazione britannica a votare per lasciare l’UE in 2016. Questo voto ha portato ad una crescente sensazione di protezionismo e ad un allontanamento dalla globalizzazione e dalla cooperazione multilaterale.

Le elezioni presidenziali statunitensi di Donald Trump sono state uno scioccante colpo di scena politico nello stesso anno. Il periodo di Trump come presidente avrà probabilmente un impatto di lunga data sul corso della politica americana.

Due paesi hanno eletto le loro prime donne leader in questo decennio: il presidente Park Geun-Hye in Corea del Sud e il primo ministro Julia Gillard in Australia. Ecco uno sguardo a quali potenze globali sono state guidate dalle donne negli ultimi 50 anni.

Country Female Leader
🇦🇺 Australia Julia Gillard
🇨🇦 Canada Kim Campbell
🇩🇪 Germany Angela Merkel
🇮🇳 India Indira Gandhi
🇮🇱 Israel Golda Meir
🇰🇷 South Korea Park Geun-Hye
🇹🇷 Turkey Tansu Ciller
UK UK Margaret Thatcher
UK UK Theresa May

dal 2020 ad oggi

Nessuno può evitare di parlare del 2020 senza parlare di COVID-19. Molti leader mondiali sono stati elogiati per la loro gestione positiva della pandemia, come Angela Merkel in Germania. Altri d’altra parte, come Boris Johnson, hanno ricevuto critiche per risposte lente e cattiva gestione.

L’anno 2020 si è impacchettato tanto da solo quanto un intero decennio, dalle tensioni geopolitiche alle elezioni americane del 2020. Il mondo è in allerta mentre l’ormai due volte incriminato Trump prepara il suo trasferimento di potere in seguito alla rivolta al Campidoglio degli Stati Uniti.

L’ultima aggiunta ai ranghi dei leader mondiali, Joe Biden, ha recentemente preso il suo posto come 46 ° presidente degli Stati Uniti il 20 gennaio 2021.

Nota del redattore: Continueremo ad aggiornare questo grafico sui leader mondiali col passare del tempo. Sfortunatamente, non siamo stati in grado di includere leader mondiali provenienti da più paesi, poiché eravamo limitati dal formato grafico e dall’esperienza utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.