Pubblicato il Lascia un commento

Distorsioni e distorsioni / Farmacia professionale

Il termine “distorsione” definisce la lesione di uno o più legamenti. La gravità della distorsione dipende dall’entità della lesione, cioè se si tratta di un allungamento eccessivo o di una lacrima parziale o completa e dal numero di legamenti coinvolti.

Il termine “torsione” si riferisce alla lesione di un muscolo o tendine. Questa lesione può anche consistere in un semplice allungamento o in uno strappo parziale o totale.

Le cause, la clinica e il trattamento delle distorsioni sono discussi per primi.

Cause di distorsioni

Una caduta, una torsione acuta o un colpo che comporta la perdita della posizione normale di un’articolazione possono causare una distorsione, con conseguente allungamento eccessivo o una rottura del legamento che stabilizza l’articolazione.

Le distorsioni di solito colpiscono articolazioni come la caviglia, il ginocchio o il polso, sebbene possano verificarsi in qualsiasi altra articolazione del corpo.

Le estremità inferiori della tibia e del perone formano, accanto all’osso del tallone, l’articolazione della caviglia (fig. 1), che è supportato da diversi legamenti. La maggior parte delle distorsioni della caviglia si verificano quando il piede gira verso l’interno (lesione di inversione) durante la corsa, il salto o la caduta, causando lesioni a uno o più legamenti laterali. Il legamento più frequentemente colpito è il talofibolare anteriore, seguito dal calcaneofibolare (Tabella I).

Figura 1. Vista laterale della caviglia

Clinica

segni e sintomi comuni di distorsioni includono dolore, gonfiore, lividi e perdita di funzione, la cui intensità dipende dalla gravità della distorsione.

Distorsioni di grado I.Le distorsioni di grado I o lievi rispondono a uno stiramento eccessivo o a una leggera rottura del legamento, senza apprezzare l’instabilità articolare. Questo tipo di distorsioni è solitamente accompagnato da dolore e infiammazione di bassa intensità, con poca o nessuna perdita di funzione. Può apparire un leggero livido, ma la persona ferita è solitamente in grado di appoggiarsi all’articolazione interessata.

Distorsione di grado II. Una distorsione di grado II o moderata provoca lacerazione parziale del legamento ed è caratterizzata da ematoma, dolore moderato e gonfiore. La persona con questo tipo di distorsione di solito ha qualche difficoltà appoggiandosi all’articolazione interessata e sperimenta un certo grado di perdita funzionale.

Distorsione di grado III. Le persone che hanno una distorsione di grado III o grave hanno una rottura o una rottura completa del legamento. Dolore, gonfiore e lividi sono spesso gravi e il paziente non è in grado di appoggiarsi all’articolazione.

Quando consultare un medico

La tabella II elenca le circostanze in cui, in caso di distorsione, il medico deve essere consultato. In distorsioni moderate o gravi, può essere necessaria una radiografia per escludere la rottura ossea. La pratica di una risonanza magnetica può, occasionalmente, contribuire a distinguere tra lesione parziale e rottura completa di un legamento.

Distorsioni

Le cause, la clinica e il trattamento delle distorsioni sono descritti di seguito.

Cause

Le distorsioni sono il risultato della torsione o della trazione di un muscolo o di un tendine e possono essere classificate in acute e croniche. Tra le cause di distorsioni acute ci sono traumi, sollevamento di oggetti pesanti in modo errato o eccessivo sforzo muscolare, mentre le distorsioni croniche di solito si verificano a causa di posture sostenute.

Le distorsioni acute sono comuni negli atleti durante i periodi di sovraffaticamento, mentre le distorsioni croniche di solito colpiscono professioni come segretarie, casalinghe o quelle sottoposte a stress psichico.

Le due posizioni usuali di distorsioni sono la schiena e la parte posteriore della coscia. Non sorprende che gli sport di contatto come calcio, hockey, boxe o wrestling siano a maggior rischio di torsione. Ginnastica, tennis, canottaggio, golf e altri sport che richiedono una presa eccessiva possono aumentare il rischio di distorsioni nella mano, nell’avambraccio e nel gomito.

Clinica

La persona con una torsione spesso sperimenta dolore, spasmo e debolezza muscolare. Si può anche soffrire di crampi localizzati e infiammazione e qualche perdita di funzione muscolare. I ceppi gravi che strappano un muscolo o un tendine in tutto o in parte sono di solito molto dolorosi e invalidanti.

Riabilitazione

La seconda fase del trattamento di una distorsione o torsione è la riabilitazione, il cui obiettivo generale è migliorare le condizioni della parte lesa e ripristinarne la funzione. Una volta che il dolore e l’infiammazione diminuiscono, il fisioterapista progetta un programma di esercizi per prevenire la rigidità, migliorare il grado di mobilità e ripristinare la normale flessibilità e forza articolare. Ad esempio, un paziente con una distorsione alla caviglia può essere istruito a tenere il tallone a terra a riposo e scrivere l’alfabeto in aria con l’alluce. La durata del programma di esercizi dipende dall’entità della lesione, ma di solito dura diverse settimane.

L’obiettivo finale è un ritorno alla totalità delle attività quotidiane, compresi gli sport, se del caso. I pazienti devono lavorare a stretto contatto con il loro fisioterapista per determinare se sono pronti a tornare alla piena attività. Alcune persone tendono a riprendere la piena attività o sport nonostante il dolore muscolare o disagio. Il ritorno alla piena attività prima di recuperare la normale mobilità, forza e flessibilità aumenta le possibilità di nuove lesioni e può portare a un problema cronico.

Il tempo di riabilitazione richiesto per il pieno recupero dopo una distorsione o distorsione dipende dalla gravità della lesione e dai ritmi di guarigione individuali. Ad esempio, una distorsione moderata della caviglia può richiedere da 3 a 6 settimane di riabilitazione prima che la persona possa tornare alla piena attività. Con una grave distorsione, potrebbero essere necessari da 8 a 12 mesi prima che il legamento sia completamente guarito. Dopo questo periodo, dovresti essere particolarmente cauto per evitare ulteriori lesioni. *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.