Pubblicato il Lascia un commento

Eluizione

Da non confondere con Elutriation.

In chimica analitica e organica, l’eluizione è il processo di estrazione di un materiale da un altro mediante lavaggio con un solvente; come nel lavaggio di resine a scambio ionico caricate per rimuovere gli ioni catturati.

Colonna di cromatografia

In un esperimento di cromatografia liquida, ad esempio, un analita viene generalmente adsorbito, o “legato a”, un adsorbente in una colonna di cromatografia liquida. L’adsorbente, una fase solida (fase stazionaria), è una polvere che viene rivestita su un supporto solido. Basato sulla composizione di un adsorbente, può avere affinità variabili per “tenere” su altre molecole-formando un film sottile sulla superficie delle sue particelle. L’eluizione è quindi il processo di rimozione degli analiti dall’adsorbente eseguendo un solvente, chiamato “eluente”, oltre il complesso adsorbente/analita. Poiché le molecole di solvente “eluiscono”, o viaggiano verso il basso attraverso la colonna cromatografica, possono passare dal complesso adsorbente/analita o possono spostare l’analita legandosi all’adsorbente al suo posto. Dopo che le molecole di solvente spostano l’analita, l’analita può essere eseguito dalla colonna per l’analisi. Questo è il motivo per cui quando la fase mobile esce dalla colonna, in genere sfocia in un rivelatore o viene raccolta per l’analisi compositiva.

Prevedere e controllare l’ordine di eluizione è un aspetto chiave dei metodi cromatografici a colonna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.