Pubblicato il Lascia un commento

FussyBody.com

Man dashing to toilet thinking MCT oil or virgin coconut oil causing side effects

Stai assumendo MCT oil or virgin coconut oil, o entrambi? Prendo entrambi. E mi rendo conto che l’olio MCT e l’olio di cocco vergine possono innescare effetti collaterali come diarrea, palpitazioni cardiache, ansia e vampate di calore ecc. Non solo sovradosaggio, ingerendo gli oli dietetici a stomaco vuoto, con una dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi o mescolandoli con caffè o farmaci per la tiroide può indurre anche gli effetti collaterali.

Sembra che entrambi gli oli siano uguali, vero?

Tecnicamente parlando, l’olio MCT e l’olio di cocco vergine non sono gli stessi anche se producono effetti collaterali simili.

L’olio MCT trasporta solo acido caprilico e acido caprico. Mentre l’olio di cocco vergine, oltre a contenere ciò che ha l’olio MCT, contiene anche acidi caproico, laurico, miristico, palmitico, stearico, oleico e linoleico.

Fatty acids MCT oil Virgin coconut oil
Caproic acid
(MCFA)
0 ~ 0.5%
Caprylic acid
(MCFA)
35 – 75% ~ 7%
Capric acid
(MCFA)
25 – 45% ~ 6%
Lauric acid
(MCFA)
0 ~ 42%
Myristic acid
(LCFA)
0 ~ 17%
Palmitic acid
(LCFA)
0 ~ 9%
Stearic acid
(LCFA)
0 ~ 3%
Oleic acid
(LCFA)
0 ~ 6%
Linoleic acid
(LCFA)
0 ~ 2%
Nota

Sebbene alcune marche di oli MCT abbiano incluso l’acido laurico a catena media nei loro prodotti, l’acido laurico non è un tipico costituente dell’olio MCT. Un tipico olio MCT è composto solo da acido caprilico e acido caprico.

Se l’olio MCT e l’olio di cocco vergine sono diversi, perché innescano effetti collaterali simili?

Hai visto qualcosa di simile tra i due oli nella tabella sopra?

Sei a posto, acido caprilico e acido caprico. Questi sono ciò che potenzialmente innescano diarrea, palpitazioni cardiache e altri effetti collaterali quando si ingerisce olio MCT.

Ma l’olio di cocco vergine contiene solo circa il 13% caprilico e caprico. Come è possibile che induca gli effetti collaterali di diarrea, palpitazioni cardiache e altri come l’olio MCT?

È acido laurico. Oltre al caprilico e al caprico, l’acido laurico è anche un acido grasso a catena media (MCFA). (L’acido caproico, che contribuisce solo allo 0,5% circa, è un po ‘ troppo poco per avere molto impatto.)

Essendo di dimensioni particolarmente ridotte, gli MCFA possono portare ad un aumento del metabolismo e convertirsi in energia molto rapidamente.

Ecco perché ottieni un’incredibile esplosione di energia dopo aver mangiato olio MCT o olio di cocco vergine. E non solo tu, le tue viscere ottengono anche la corsa di energia e spingono le feci in avanti.

Oltre agli MCFAS, i gliceroli svolgono anche un ruolo vitale nello stimolare il movimento intestinale.

Cosa diavolo sono i gliceroli?

Il glicerolo è semplicemente una molecola che lega 3 acidi grassi insieme per formare un trigliceride.

Un trigliceride - 3 acidi grassi collegato a una molecola di glicerina

Parlando di trigliceridi, ci sono fondamentalmente 3 diverse dimensioni di trigliceridi, cioè, di una breve catena di trigliceridi (SCT), medio-trigliceridi a catena (MCT) e lungo la catena di trigliceridi (LCT).

3 diverse dimensioni di trigliceridi

Inutile dire che, LCT contiene acidi grassi a catena lunga (LCFAs), MCT contiene acidi grassi a catena media (MCFAs) e SCT… acidi grassi a catena corta (SCFA).

Nota

Gli SCFA si trovano raramente negli alimenti, per non parlare dell’olio di cocco o dell’olio MCT.

Questi trigliceridi sono gli elementi costitutivi di qualsiasi olio o grasso alimentare.

Quindi, quando consumi olio MCT o olio di cocco vergine, gli enzimi digestivi del tuo corpo separeranno i trigliceridi in acidi grassi e gliceroli.

Poiché gli LCT nell’olio di cocco vergine sono più grandi e ingombranti, tendono a digerire molto più lentamente. MCTS, d’altra parte, digerire e abbattere rapidamente in gliceroli e MCFA.

I MCFAS energizzano e migliorano la motilità dei muscoli intestinali mentre i gliceroli aiutano ad attingere acqua per rendere le feci più morbide, più acquose e quindi scivolose.Questo spiega perché molte persone hanno facilmente la diarrea dopo aver assunto troppo olio MCT o olio di cocco vergine.

Ma ecco il kicker. L’olio di MCT potrebbe apparire più intenso nel causare la diarrea rispetto all’olio di cocco vergine. Come mai?

Perché l’olio MCT provoca un effetto collaterale più forte della diarrea rispetto all’olio di cocco vergine

In un tipico olio MCT e usando la tabella anche nella fase iniziale, otteniamo:

Type of fatty acids MCT oil Virgin coconut oil
MCFAs > 90% 55.5%
LCFAs 0% 37%
Note

In reality, you won’t find 100% MCFAs in any MCT oil. Even in virgin coconut oil, all its fatty acids (MCFAs + LCFAs) will never add up to 100%. Ciò è dovuto alla presenza di gliceroli (rilasciati dai trigliceridi nel processo di estrazione dell’olio), che possono variare dal 5 al 10%.

Auto-esplicativo, giusto?

L’olio MCT ha un numero maggiore di MCFAS rispetto all’olio di cocco vergine. Il che significa che le tue viscere ottengono più carburante dall’olio MCT che dall’olio di cocco vergine (VCO).

Non dimenticare che l’olio MCT è pieno di MCT. E quando gli MCT digeriscono rapidamente e si rompono nel tuo corpo, non ottieni solo tonnellate di MCFA, ma carichi di gliceroli, anche gli ammorbidenti naturali delle feci in quell’istante.

Più MCFA e gliceroli nell'olio MCT che nell'olio di cocco vergine

Non c’è da stupirsi che ci siano così tante più “vittime” di diarrea esplosiva per l’assunzione di olio MCT che per l’assunzione di olio di cocco vergine.

Inoltre, l’olio MCT comprende solo acido caprilico e acido caprico, che sono MCFA più brevi che si convertono letteralmente in energia più velocemente dell’acido laurico (naturalmente presente nell’olio di cocco vergine).

Tasso di conversione energetica degli acidi grassi a catena media

Ciò significa che per la stessa quantità diciamo, due cucchiai, l’olio MCT può indurre effetti collaterali di diarrea più forti e più rapidi rispetto all’olio di cocco vergine.

In altre parole, se due cucchiai di olio di cocco vergine possono darti la diarrea in un’ora, probabilmente hai bisogno solo di un cucchiaio di olio MCT per ottenere le corse in meno di un’ora.

Per aggiungere la beffa al danno, è più probabile che tu soffra di diarrea bruciante con olio MCT che con olio di cocco vergine. Perché?

Più visite al bagno in un breve lasso di tempo possono logorare i tessuti della pelle intorno all’ano, causando cacca bruciante. Ma l’olio MCT potrebbe peggiorare le cose. Questo perché alcuni MCFA effettivamente passare con le feci invece di ottenere assorbito nel corpo.

Cosa significa MCFA? Acidi grassi a catena media, giusto? Quindi, è un acido. E ustioni da acido.

Se questo è il caso, quindi mangiare olio di cocco vergine dovrebbe causare bruciore diarrea troppo come può anche avere MCFA svenire con le feci.

Questo è vero. Ma l’olio di cocco vergine può anche avere LCT che svengono non digeriti con le feci. LCT sono trigliceridi che ti fanno sentire grassa. Quindi, questi LCT non digeriti possono agire come un lubrificante per aiutare a ingrassare i tessuti della pelle intorno all’ano, rendendo la cacca meno bruciante.

Nota

Gli MCT sono raramente non digeriti. Sono così piccoli che il nostro corpo può facilmente abbattere. Alcuni LCT sono troppo grandi da poter svenire intatti. Ecco perché alcune persone sperimentano “perdite di olio” dal loro fondo dopo aver consumato un po ‘ troppo olio di cocco vergine direttamente dal barattolo.

Dovresti smettere di prendere l’olio MCT o l’olio di cocco vergine perché sembrano così spaventosi?

Sono così benefici per la nostra salute, perché dovresti fermarti?

Se lo guardi da una prospettiva positiva, l’olio MCT può offrire un rapido sollievo dalla stitichezza. Naturalmente, se non si desidera ottenere troppa cacca in fiamme, si può andare con olio di cocco vergine per aiutare con costipazione invece. Giusto?

Ok, la verità è che consumare gli oli potrebbe non darti la diarrea di sicuro.

Molte persone hanno avuto la diarrea perché hanno preso olio MCT o olio di cocco vergine a stomaco vuoto. Ciò significa che, finché non lo prendi a stomaco vuoto, dovresti stare bene.

Nota

Quando ingerisci l’olio MCT o l’olio di cocco vergine da solo a stomaco vuoto, la lieve acidità dell’olio brucerà i tessuti sul retro della gola. Questo può irritare la gola e farlo sentire graffiante e solletico e causare tosse conati di vomito. Tuttavia, la gola graffiante dovrebbe guarire in poche ore a meno che tu non venga infettato da virus o batteri durante questo periodo che causano il mal di gola. Per evitare sensazioni graffianti in futuro, prendere l’olio con il cibo.

Oops, in realtà dipende anche dalla dimensione della porzione o dal contenuto di fibre del cibo o delle bevande rispetto alla quantità di olio che ingerisci.

Ad esempio, mescolare un cucchiaio di olio di cocco vergine in una piccola ciotola di farina d’avena ricca di fibre dovrebbe aiutarti a fare la cacca bene. La fibra aiuta a rallentare la digestione MCT.

Ma l’aggiunta di 2 cucchiai potrebbe essere un po ‘ troppo e potrebbe innescare da lieve a moderata diarrea. Se si desidera 2 cucchiai di olio di cocco vergine nella farina d’avena senza diarrea, è sufficiente aumentare la dimensione della porzione di farina d’avena.

Un altro scenario. Se l’aggiunta di 3 cucchiaini di olio MCT a una tazza di caffè ti dà il trotto del corridore, allora probabilmente 2 cucchiaini dovrebbero solo fornire un buon movimento intestinale per te invece delle corse.

Naturalmente, alcune persone sono più sensibili e solo 2 cucchiaini di olio MCT aggiunto al loro caffè li farà partire. In tal caso, hanno solo bisogno di ridurre l’olio MCT a un cucchiaino.

Detto questo, non ci sono due persone reagirà esattamente lo stesso per l’effetto lassativo di MCTS.

Per ottenere i benefici senza gli effetti collaterali, devi eseguire alcuni tentativi ed errori per trovare il giusto dosaggio giornaliero di olio MCT o olio di cocco vergine per il tuo corpo.

Come fermare la diarrea da olio MCT o olio di cocco vergine

Nel caso in cui si sta soffrendo la diarrea in questo momento che è stato causato da prendere olio MCT o olio di cocco vergine a stomaco vuoto nella fase iniziale, si può provare a mangiare alcuni alimenti ricchi di fibre come farina d’avena cotta o

L’alto contenuto di fibre nel cibo dovrebbe aiutare a mitigare o fermare la diarrea e altri sintomi fastidiosi come crampi allo stomaco, stomaco gassoso, gonfiore ecc.

Tuttavia, se il cibo fiber-y innesca invece corse più frequenti, l’unica soluzione per te è quella di digiunare e attendere che l’effetto diarrea si assottigli.

Nel frattempo, bere un po ‘ di acqua salata per ricostituire la perdita di elettroliti e acqua. Lo squilibrio di elettroliti e acqua inadeguata può causare nausea, affaticamento, mal di testa o vertigini.

Una volta che questo episodio di diarrea è finita, interrompere il consumo di olio MCT o olio di cocco vergine completamente nei prossimi giorni fino a quando si è completamente recuperato.

Quando sei pronto per riprendere il consumo di olio, inizia con un cucchiaino al giorno per alcuni giorni. Tieni presente di aggiungere l’olio ai tuoi pasti (o bevande).

Non più prendendo olio MCT o olio di cocco vergine a stomaco vuoto, non importa quale.

Una volta che ti senti bene con quel cucchiaino al giorno, aumenta a 2 cucchiaini al giorno e mantieni quel dosaggio per altri giorni, e così via.

In breve, aumenta l’assunzione gradualmente e progressivamente fino a quando non puoi tranquillamente ingerire la quantità di olio MCT o olio di cocco vergine di cui hai bisogno ogni giorno senza diarrea.

Significa che ora puoi consumare molto olio MCT o olio di cocco vergine purché li mescoli nei tuoi pasti?

La verità è, no. Non si può ottenere la diarrea più, ma overdose di MCTs potrebbe overdrive il metabolismo e causare il cuore a palpitare.

Palpitazioni cardiache indotte da MCT = attacco cardiaco?

Ti sei sentito come se il tuo cuore stesse per saltare fuori dal petto dopo aver mangiato olio MCT o olio di cocco vergine?

No, non infarto. Non preoccuparti.

In realtà è un overdrive metabolico puro causato da un eccessivo assorbimento di MCFA dall’olio alimentare. Le tue mani potrebbero anche tremare come se stessi avendo il morbo di Parkinson. E poi la nebbia del cervello e la sensazione arrossata e pubblicizzata per tutto il giorno.

Suona familiare? Ci sono passato. Ho “trascinato” anche mia moglie. 😬

Cosa si può fare quando si verificano questi effetti collaterali?

Cerca di spendere la tua energia il più possibile lavorando o facendo le faccende domestiche. Oppure, fai un po ‘ di brainstorming per il tuo lavoro o progetto, ecc. O semplicemente lasciare che l’effetto iper diminuisca da solo nelle prossime ore.

E si spera, per il momento si colpisce il sacco gli effetti collaterali sono andati.

La prossima volta, assicurati di non aggiungere troppo del tuo olio MCT preferito o olio di cocco vergine ai tuoi pasti o bevande.

Oh, anche quando non mangi troppo, il tuo cuore potrebbe ancora correre come F1, specialmente quando accoppi l’olio dietetico con quella tazza di tè al mattino.

Non tanto MCFAs, ma il cuore palpita ancora

Sì, caffeina più MCFAs vi preparerà per antiproiettile e rendere il vostro cuore palpitare e causare altri sintomi ipertiroidei-come troppo.

Parlando di caffeina. Non pensare che tu debba ingerire caffè insieme all’olio MCT o all’olio di cocco vergine, quindi ti faranno saltare in aria.

Possono “incontrarsi” in momenti separati e comunque farti sentire nervoso e iperattivo per molte ore.

Come il mio caso. Non ho l’abitudine di prendere il caffè (o tè) al mattino per pep me stesso. Ma ho dimenticato uno spuntino che amo sgranocchiare che porta anche la caffeina. Indovina un po’?

Cioccolato fondente.

Mentre il mio apporto di caffeina da questo snack non può reggere il confronto con quello nel caffè, il problema è che mi limiterei a inserire un pezzetto in momenti diversi ogni volta che ne ho voglia, oltre a mangiare un sacco di olio di cocco vergine ogni giorno, dalla mattina alla sera.

Sai, ingerire una piccola quantità di caffeina in questo modo ha dato una spinta al mio già alto metabolismo (effettuato dall’olio di cocco vergine) di tanto in tanto.
Il mio metabolismo era come un segnale digitale amplificato in diversi punti di posizione per garantire che il segnale non si estinguesse.

E poi BAM!!! Il mio cuore correrebbe come se mi saltasse fuori dal petto. Entrambe le mie mani hanno iniziato a tremare come se fossi stato colpito dal morbo di Parkinson. Sentendomi caldo, arrossato e iperattivo, sudavo copiosamente finché la mia schiena non si bagnava. Perdere così tanto calore mi ha dato il freddo subito dopo. Inoltre, vorrei lanciare e girare a letto di notte e l’ansia calci in se l’effetto antiproiettile non aveva portato fuori da allora.

Esperienza estremamente terribile.

Immagina di passare l’olio di cocco vergine all’olio MCT, gli effetti collaterali palpitanti potrebbero essere rimasti per 48 ore, immagino. MCT oil ha più MCT e digerisce più velocemente e, quindi, ti darà più energia, ricordi?

È vero anche il contrario, intendiamoci.

Significato, puoi bere una tazza di caffè senza olio MCT o olio di cocco vergine al mattino. Quindi aggiungi l’olio al tuo pranzo. A meno che la caffeina nel vostro corpo è scomparso da allora, l’effetto collaterale antiproiettile potrebbe calciare non appena i MCFAs nel convertire olio e aumentare il metabolismo.

In effetti, c’è un farmaco molte volte più potente della caffeina. Se sei su quel farmaco e poi prendi l’olio MCT o l’olio di cocco vergine, il tuo metabolismo sparerà letteralmente attraverso il tetto!

Incontra ‘levothyroxine’

Se stai assumendo levotiroxina o altri farmaci tiroidei per aiutare con la tua tiroide underactive, devi aggiungere olio MCT o olio di cocco vergine ai tuoi pasti con estrema cautela.

Oltre MCTs, droga tiroide è un booster metabolismo troppo.

Se si desidera incorporare olio MCT o olio di cocco vergine nella vostra dieta, allora avete bisogno di verificare con il vostro medico della tiroide su come meglio amministrare il dosaggio dei farmaci della tiroide per quanto riguarda il consumo di olio alimentare.

A proposito, che tipo di dieta stai avendo?

Assicurati che non sia la dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi. Questa dieta, se mescolata con olio particolarmente MCT, può spingere il cuore fuori dal petto, per così dire.

Mettere l’olio MCT in una dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi

Molti cheto-dieters favoriscono l’olio MCT rispetto all’olio di cocco vergine per la sua maggiore quantità di MCFA caprilici / caprici. E quindi, la capacità di accelerare il metabolismo che li aiuta a bruciare i grassi tutto il giorno.

Una spinta nel metabolismo può abbattere i grassi alimentari (e grassi corporei) abbastanza facilmente e trasformarli in corpi chetonici quando l’assunzione di cibo manca di carboidrati e il tuo corpo ha urgente bisogno di carburante.

Non è tutto. Il nostro fegato può anche produrre corpi chetonici da una frazione dei MCFA provenienti dall’olio MCT o dall’olio di cocco vergine.

Questa è la bellezza di MCFA. Possono trasformarsi in corpi chetonici senza richiedere al tuo corpo di andare in chetosi. Ciò significa che se si mangia una dieta normale si otterrà alcuni corpi chetonici da olio MCT o olio di cocco vergine troppo.

Con così tanto carburante chetonico sia dalla dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi che dall’olio MCT, non c’è da stupirsi che tu sia così pieno di energia.

Scoppiare di energia è buono. Ma se arriva al punto che rende il tuo cuore battere insolitamente veloce, provoca nebbia cerebrale, vampate di calore, insonnia e altri effetti collaterali associati alle palpitazioni cardiache, allora stai meglio senza quella spinta di energia.

“Ma MCT oil mi sta dando i benefici di cui ho bisogno. Odio rinunciare e basta.”

Non è necessario. MCT oil è innocente, in realtà. Dovresti smettere la tua dieta chetogenica ricca di grassi, se ci sei sopra.

Ho pensato che la dieta chetogenica stessa sia molto dannosa per la salute. Ho visto molte persone seguire ciecamente questa dieta per mesi. E sono costantemente affetti da alitosi, mal di testa, ascelle puzzolenti e persino vagina puzzolente (per le donne) ecc.

È un mito che tutto tornerà alla normalità una volta che il tuo corpo si è adattato alla dieta chetogenica.

Ascolta, il nostro corpo NON si adatterà MAI a una dieta così innaturale. È semplicemente insostenibile e pericoloso. E sta mettendo un enorme stress sul tuo corpo.

Una vera e propria dieta sana non dovrebbe produrre reazioni avverse, sia a breve che a lungo termine. Se qualcosa di brutto cresce dopo aver seguito una dieta, è un segnale super chiaro dal tuo corpo che non si sente fantastico con la dieta.

Bene, questi sono i miei due centesimi sulla dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi.

Una volta che si scatta fuori di esso, l’assunzione di olio MCT non dovrebbe causare tutti quegli effetti collaterali come accennato nella fase iniziale, a meno che non si consuma davvero troppo di esso. Troppo di una buona cosa potrebbe non essere buona però.

Tuttavia, se insisti a seguire la dieta che ti fa puzzare come una puzzola, l’unico modo per placare questi effetti collaterali è semplicemente ridurre il consumo di olio MCT.

Effetti collaterali”indiretti” -Candida die-off sintomi

Stai avendo nausea, mal di testa, vertigini, stanchezza, gonfiore delle ghiandole, dolori articolari o muscolari, mal di stomaco, brividi, orticaria o eruzioni cutanee, o sblocchi della pelle ecc dopo l’assunzione di olio MCT o olio di cocco vergine?

Sono probabilmente i segni di Candida die-off, soprattutto se si dispone di alcuni di loro allo stesso tempo. Le persone spesso li confondono come gli effetti collaterali dell’assunzione di olio MCT o olio di cocco vergine.

Bene, la verità è che l’olio MCT o l’olio di cocco vergine non innescano direttamente i sintomi, a differenza della diarrea e delle palpitazioni cardiache.

Cosa intendo?

Sia l’olio MCT che l’olio di cocco vergine hanno proprietà anti-fungine che possono aiutare ad eliminare la Candida.

Quando gli insetti Candida muoiono, possono scaricare fino a 80 diverse tossine. Queste tossine possono essere assorbite nel tuo sistema e causare i sintomi di morte che hai appena visto.

A causa di queste tossine, potresti sentirti ancora peggio di prima di consumare l’olio.

L’olio di cocco vergine può uccidere più lievito a causa del suo alto contenuto di acido laurico. L’acido laurico è più potente degli acidi caprilici e caprici nella lotta contro il lievito. Il che significa che i sintomi della morte possono apparire più gravi dopo aver consumato olio di cocco vergine rispetto all’assunzione di olio MCT.

Se si desidera rendere i sintomi di Candida die-off più sopportabili, è necessario ridurre l’assunzione di zucchero (o carboidrati).

So che hai voglie di zucchero e non sono facili da frenare. Ma tenere a mente, voglie di zucchero sono per lo più innescati dal lievito, non dalle vostre esigenze. Vogliono che tu li nutri in modo che possano continuare a crescere ed espandere i loro territori.

Pensa a questo, quando i funghi crescono troppo, possono abbattere l’intero sistema e darti l’inferno.

Quindi, non lasciare che abbiano i loro modi. Affamarli tagliando con forza l’assunzione di zucchero o carboidrati. Ma non fino al punto di eliminare completamente zucchero o carboidrati. Ne hai ancora bisogno per andare avanti.

Ora, hai meno lievito nell’intestino, consuma olio MCT o olio di cocco vergine per sbarazzartene una volta per tutte.

Con lievito minore, avrete meno tossine scatenate e, quindi, minori sintomi die-off. Ciò si traduce in minori “effetti collaterali” dal consumo di olio MCT o olio di cocco vergine.

Come ottenere i benefici, non gli effetti collaterali

Seriamente, quando si prende uno “sguardo” più da vicino a questi due oli che producono energia, sono molto innocenti. In realtà non causano effetti collaterali, a meno che non li usi nel modo sbagliato. Ad esempio,

  1. Li ingerisci a stomaco vuoto.
  2. Ne mangi troppo.
  3. Li consumi di notte.
  4. Li mescoli con caffè o tè.
  5. Li prendi insieme ai farmaci per la tiroide.
  6. Li aggiungi a una dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi.
  7. Hai una crescita eccessiva di lievito Candida nel tuo corpo.

Evitare in particolare i punti 1, 2 e 3. Per quanto riguarda il resto, moderare il consumo e si dovrebbe essere sani e salvi, e ottenere solo i benefici senza gli effetti collaterali, come me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.