Pubblicato il Lascia un commento

i Principi di Base della Potatura di Piante Legnose

Bollettino 949

Visualizza PDF picture_as_pdf

clippers

Preparati da Gary L. Wade e Robert R. Westerfield, Estensione Orticoltori

  • Sparare Crescita e la Dominanza Apicale
  • Generale le Risposte alla Potatura
  • Tipi di Potatura, Tagli
  • Risposta di Guarigione per la Potatura
  • Tempo per la Potatura
  • Sommario

la Potatura è una delle più importanti pratiche culturali per la manutenzione di piante arboree, anche ornamentali, alberi e arbusti, frutta e noci. Coinvolge sia l’arte che la scienza: l’arte nel fare correttamente i tagli di potatura e la scienza nel sapere come e quando potare per i massimi benefici.

Ci sono numerose ragioni per la potatura. A volte vuoi allenare o dirigere la crescita delle piante in una forma particolare o in uno spazio specificato, come una siepe formale. Oppure si consiglia di potare le piante mature per controllare la loro dimensione e forma, come nel caso di alberi da frutto che sono potati basso a terra per aiutare la raccolta o piante da siepe potati ad una particolare altezza. Per le piante da frutto, la potatura svolge un ruolo importante nel migliorare la qualità complessiva del frutto, principalmente aumentando la penetrazione della luce nell’albero.

Sfortunatamente, molte persone si avvicinano alla potatura con molta apprensione. Altri considerano la potatura come un lavoro di routine e danno poca accortezza alla tecnica mentre fanno frettolosamente il lavoro. La potatura corretta richiede una comprensione di base di come le piante rispondono a vari tagli di potatura. I principi e le linee guida di questa pubblicazione ti aiuteranno a padroneggiare le tecniche di potatura comuni.

Spara crescita e dominanza apicale

Figura 1. Crescita della stagione in corso.'s growth.Figura 1. Crescita della stagione in corso.

È possibile determinare in parte la forma e le dimensioni caratteristiche di una pianta legnosa e la sua risposta alla potatura dal modello naturale della pianta di crescita del germoglio. Quando un seme germina e cresce, esiste un solo punto di crescita, l’apice o il germoglio terminale (Fig. 1). Quando un germoglio terminale inizia a crescere dopo essere stato dormiente, lascia una cicatrice scala gemma sul ramo. È possibile utilizzare le cicatrici per determinare l’età di un arto o di un albero contando le cicatrici. Man mano che le nuove riprese si allungano, si formano strutture chiamate nodi. Un nodo è l’area sul tiro in cui è attaccata una foglia (Fig. 1 bis). Da uno a tre gemme laterali sono prodotte in ciascuno di questi nodi. La crescita delle gemme laterali è diretta dal germoglio terminale, che produce un ormone chiamato auxina. L’auxina si muove verso il basso nel germoglio (verso il centro della Terra) dall’apice del germoglio e inibisce la crescita e lo sviluppo delle gemme laterali (Fig. 2). Questo fenomeno è chiamato dominanza apicale.

Figura 1a. Primo piano di un nodo.Figura 1a. Primo piano di un nodo.
Figura 2. Dominanza apicale e suoi effetti.Figura 2. Dominanza apicale e suoi effetti.

L’intensità della dominanza apicale varia da una specie vegetale all’altra. Alcune piante sopprimono la crescita delle loro gemme laterali fino alla seconda stagione di crescita; altre sviluppano sia germogli laterali che gemme terminali durante la prima stagione di crescita. La dominanza apicale influenza non solo il numero di germogli laterali che formano germogli e le lunghezze dei germogli laterali formati, ma anche l’angolo in cui i germogli emergono dall’arto principale.

Figura 3. L'orientamento degli arti influisce sulla dominanza apicale.Figura 3. L’orientamento degli arti influisce sulla dominanza apicale.

L’orientamento di un arto o di un tiro lungo il ramo principale ha una grande influenza sulla crescita dal suo effetto sulla dominanza apicale (Fig. 3). Poiché l’auxina si muove verso il basso nel tiro verso il centro della Terra, la dominanza apicale è più forte nei germogli o negli arti verticali o verticali. Negli arti verticali, la crescita vigorosa del germoglio si verifica vicino al germoglio terminale con i germogli laterali che diventano più radi con l’aumentare della distanza dall’apice. D’altra parte, l’orientamento dei rami laterali ad angoli da 45° a 60° dal germoglio verticale o principale riduce il vigore della crescita del germoglio vicino all’apice e aumenta il numero e la lunghezza dei laterali lungo l’arto più lontano dall’apice. Sugli arti orizzontali, la dominanza apicale è totalmente persa. Senza dominanza apicale per controllare la loro crescita, le gemme laterali sul lato superiore degli arti orizzontali si sviluppano in germogli vigorosi e verticali, chiamati germogli d’acqua. Man mano che si sviluppano, i germogli d’acqua mostrano una predominanza apicale molto forte. I germogli d’acqua sono un problema comune sulla superficie superiore degli arti piatti negli alberi da frutto e vengono rimossi dalla potatura.

Risposte generali alla potatura

La potatura è un processo tonificante (Fig. 4). Rimuovendo l’apice, la potatura distrugge temporaneamente la dominanza apicale e stimola la crescita delle gemme laterali in germogli.

Figura 4. La potatura stimola la crescita del germoglio laterale vicino al taglio.Figura 4. La potatura stimola la crescita del germoglio laterale vicino al taglio.

La potatura riduce anche le dimensioni della porzione fuori terra della pianta in relazione al sistema radicale (Fig. 5). Di conseguenza, il sistema di root indisturbato fornisce un numero minore di germogli e gemme. L’assorbimento relativo di acqua e sostanze nutritive da parte dei germogli e delle gemme rimanenti aumenta e si verifica un flusso di crescita (ricrescita).

Figura 5. La potatura riduce la parte superiore rispetto al sistema radicale.Figura 5. La potatura riduce la parte superiore rispetto al sistema radicale.

In generale, più severa è la potatura (maggiore è la dimensione o il numero di arti rimossi), maggiore è la ricrescita risultante. In sostanza, la pianta sta ricrescendo nel tentativo di ripristinare un equilibrio tra la parte superiore e il sistema radicale.

Figura 6. La potatura stimola la crescita più vicina al taglio nei germogli verticali; più lontanoFigura 6. La potatura stimola la crescita più vicina al taglio nei germogli verticali; più lontano dai tagli negli arti da 45° a 60° dalla verticale.

La potatura stimola generalmente la ricrescita vicino al taglio (Fig. 6). La crescita vigorosa del germoglio accadrà solitamente all’interno di 6-8 pollici del taglio di potatura. Ciò è particolarmente vero per gli arti verticali che sono stati potati (Fig. 6 bis). Tuttavia, la ricrescita sugli arti con un angolo da 45 ° a 60 ° dalla verticale si svilupperà più lontano dal taglio (Fig. 6 ter).

La potatura può anche stimolare indirettamente la crescita dei germogli laterali consentendo a più luce di penetrare nella chioma della pianta.

Potatura una pianta giovane stimolerà la crescita vigorosa del germoglio e ritarderà lo sviluppo dei fiori e dei frutti. La durata del ritardo, ovviamente, dipenderà dalla specie potata e dalla gravità della potatura.

Tipi di tagli di potatura

Figura 7. L'intestazione rimuove una parte di un tiro o di un arto.Figura 7a. L’intestazione rimuove una parte di un tiro o di un arto.

Esistono due tipi fondamentali di tagli di potatura, intestazione e diradamento (Fig. 7). Ognuno si traduce in una risposta di crescita diversa e ha usi specifici.

L’intestazione rimuove la porzione terminale di germogli o arti (Fig. 7 bis). Rimuovendo la dominanza apicale, la voce stimola la ricrescita vicino al taglio. È anche il tipo più rinvigorente di taglio di potatura, con conseguente crescita spessa e compatta e una perdita di forma naturale, come nel caso di una siepe formalmente potata. A volte arbusti ornamentali lungo una fondazione invadono il loro spazio di impianto e sono ringiovaniti dirigendosi a entro 12 pollici di livello del suolo. Molti arbusti a foglia larga come l’agrifoglio di burford, il ligustrum, l’abelia e il mirto di crape tollerano questo tipo di potatura. Altri tipi di voce sono topping, dehorning, hedging e clipping.

Figura 7a. Assottigliamento rimuove l'intero tiro o arto.Figura 7b. Il diradamento rimuove l’intero tiro o l’arto.

Il diradamento, d’altra parte, rimuove un intero germoglio o arto al suo punto di origine dal ramo principale o laterale (Fig. 7 ter). Alcuni suggerimenti di ripresa vengono lasciati non distribuiti, quindi viene mantenuta la dominanza apicale. Di conseguenza, la nuova crescita si verifica alle punte indisturbate del germoglio mentre lo sviluppo e la ricrescita laterali sono soppressi.

Il diradamento è generalmente il tipo meno rinvigorente di taglio di potatura e fornisce una forma di crescita più naturale delle piante. Importante nella potatura di manutenzione, i tagli di diradamento sono usati per accorciare gli arti, per migliorare la penetrazione della luce nelle piante e per dirigere la crescita di germogli o arti.

Il drop-crotching, una forma di diradamento utilizzata per ridurre le dimensioni di grandi alberi, comporta la rimozione di un ramo principale (o leader) tagliandolo a un grande ramo laterale (Fig. 8 bis). Il taglio attraverso il ramo principale è parallelo all’angolo del lato rimanente. Quando si rimuovono grandi arti dell’albero, si consiglia una serie di tre tagli per evitare di strappare la corteccia lungo il camion principale e ferire gravemente l’albero (Fig. 8 ter). Una forma indesiderabile di assottigliamento è il taglio del banco, dove un arto eretto vigoroso è assottigliato all’arto orizzontale (Fig. 9).

Figura 8. Tipi di tagli diradamento: (a) goccia crotching e (b) rimozione degli arti.Figura 8. Tipi di tagli diradamento: (a) goccia crotching e (b) rimozione degli arti.
Figura 9. Confronta il taglio del ramo (a sinistra) con il metodo corretto (a destra).Figura 9. Confronta il taglio del ramo (a sinistra) con il metodo corretto (a destra).

La crescita vigorosa e verticale del germoglio, chiamata germogli dell’acqua, deriva spesso dall’area “del banco” a causa dell’assenza di dominanza apicale nell’arto orizzontale. Tale ricrescita è debole e spesso si traduce in una pianta indesiderabile a forma di ombrello. Il metodo corretto è quello di fare i tagli diradamento agli arti che sono simili in angolo per l’arto da rimuovere, ma non superiore a 45° a 60° dalla verticale.

Figura 10. Gli inguini larghi (a sinistra) sono più forti di quelli deboli e stretti (a destra).Figura 10. Gli inguini larghi (a sinistra) sono più forti di quelli deboli e stretti (a destra).

I germogli o gli arti con inguini angolati stretti sono più deboli di quelli con angoli inguinali larghi (Fig. 10). La corteccia dei rami adiacenti diventa strettamente compressa o “inclusa”, impedendo il normale sviluppo del legno. Il ghiaccio invernale, intrappolato negli inguini, spesso causa la spaccatura dei rami angolati.

Risposta di guarigione alla potatura

Figura 11. Aree di cambio importanti per la guarigione: (a) cresta della corteccia e (b) tessuto del colletto.Figura 11. Aree di cambio importanti per la guarigione: (a) cresta della corteccia e (b) tessuto del colletto.

La guarigione segue naturalmente la potatura o il ferimento. Inizia nel cambio, un sottile strato di cellule tra il legno e la corteccia. Due aree del cambio, la cresta della corteccia all’incrocio di due arti, e il collare del ramo, un anello di tessuto leggermente sollevato dove il ramo laterale si unisce all’arto principale, funzionano per chiudere la ferita tra la pianta e il taglio della potatura. Per una guarigione più rapida, potare vicino al ramo principale senza danneggiare la cresta della corteccia o le aree del colletto del ramo (Fig. 11). Lasciare uno stub rallenterà la guarigione e inviterà il decadimento. Le medicazioni della ferita o la vernice di potatura sono cosmetiche e fanno poco per promuovere la guarigione dell’area potata.

Tempo di potatura

Il tempo di potatura varia a seconda delle specie vegetali. Potare a volte che meglio completano le caratteristiche di crescita, fioritura, e altri obiettivi che desiderate.

Molte piante ornamentali legnose vengono potate in base alla loro data di fioritura. Ad esempio, le piante a fioritura primaverile, come il corniolo o la forsizia, vengono normalmente potate dopo la fioritura. Potatura arbusti a fioritura primaverile durante la stagione dormiente rimuoverà boccioli di fiori formati la caduta precedente. Le piante a fioritura estiva generalmente vengono potate durante la stagione invernale dormiente. Se le piante non vengono coltivate per i loro fiori, il momento migliore per la potatura è durante la stagione invernale dormiente prima che la nuova crescita inizi in primavera. Evitare la potatura pesante durante la fine dell’estate e l’autunno perché può verificarsi la ricrescita e rendere le piante più suscettibili alle lesioni da freddo. Gli alberi di pesco, ad esempio, non dovrebbero essere potati da ottobre a gennaio.

Alcune piante sanguinano pesantemente dopo la potatura. Il sanguinamento è sgradevole ma di solito non dannoso. Gli alberi soggetti a sanguinamento dovrebbero essere potati in tarda primavera o all’inizio dell’estate quando le foglie sono sull’albero. Le foglie in crescita attiva tendono a ridurre la quantità di sanguinamento dai tagli di potatura e consentono ai tagli di guarire più rapidamente. Le piante che sanguinano facilmente includono salici, betulle, aceri, faggi e dogwoods.

Potare Dopo la Fioritura

  • Azalea
  • Beautybush
  • Bigleaf Ortensia
  • Bradford Pera
  • Bridalwreath Spirea
  • Clematis
  • le Rose rampicanti
  • Crabapple
  • Deutzia
  • Dogwood
  • Doublefile Vibernum
  • Mandorlo in fiore
  • Fioritura di Ciliegio
  • Fioritura di mele Cotogne
  • Forsythia
  • Giapponese Kerria
  • Giapponese Pieris
  • Lilla
  • Mockorange
  • foglia di quercia Ortensia
  • Pearlbush
  • Pyracantha
  • Redbud
  • Piattino Magnolia
  • Star Magnolia
  • Shrub Honeysuckle
  • Thunberg Spirea
  • Vanhoutte Spirea
  • Weigelia
  • Winter Daphne
  • Wisteria
  • Witchhazel

Prune Before Spring Growth Begins

  • Beautyberry
  • Camellia
  • Chaste Tree (Vitex)
  • Cranberrybush Viburnum
  • Crape Myrtle
  • Floribunda Roses
  • Fragrant Tea Olive
  • Glossy Abelia
  • Goldenrain Tree
  • Grandiflora Roses
  • Japanese Barberry
  • Japanese Spirea
  • Mimosa
  • Nandina
  • Rose-of-Sharon (Althea)
  • Sourwood
  • Anthony Waterer Spirea
  • Sweetshrub

Sommario

La potatura è uno strumento prezioso per lo sviluppo e il mantenimento di piante legnose. Lo sviluppo di obiettivi chiari di potatura è importante. Combinando questi obiettivi con una conoscenza di base della potatura e di come le piante rispondono, è possibile trarre il massimo beneficio dallo sforzo.
Diversi punti chiave riguardanti l’uso della potatura nelle piante legnose sono riassunti di seguito.

  • La potatura è un processo tonificante, stimolando la ricrescita in proporzione alla severità della potatura. La potatura annuale leggera è migliore della potatura severa periodica.
  • I due tipi fondamentali di tagli di potatura sono voce e diradamento. I tagli di diradamento sono il tipo di taglio meno rinvigorente e sono il taglio di potatura più efficace per mantenere le piante legnose nella loro forma naturale.
  • La potatura, in particolare i tagli di testa, stimola la ricrescita molto vicino al taglio di potatura. Tagli di intestazione, come topping, dehorning e copertura, spesso sono abusati e distruggono la forma naturale delle piante perché stimolano la ricrescita vicino a tagli di potatura.
  • Panchina tagli, potatura arti in posizione verticale di nuovo agli arti piatti, risultato in vigorosa ricrescita e arti deboli. Invece, diradare gli arti lasciando quelli orientati ad un angolo di 45° a 60 ° dalla verticale.
  • Il tempo di potatura deve essere dettato da specifiche esigenze o caratteristiche della pianta come la data di fioritura, la suscettibilità al freddo, ecc.
  • Le ferite guariscono più velocemente quando la potatura non disturba aree importanti del cambio come la cresta della corteccia e il colletto del ramo. La medicazione delle ferite è cosmetica e non promuove la guarigione.
  • Troppo spesso, tecniche di potatura improprie danneggiano o uccidono seriamente le piante legnose. Se si desidera avere piante legnose correttamente mantenute, supervisionare personalmente o condurre l’operazione di potatura.

Il riconoscimento è fatto al Dr. Stephen C. Myers per lo sviluppo del manoscritto originale per questa pubblicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.