Pubblicato il Lascia un commento

Il prezzo di Fury

Quando pensiamo al disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), alcune caratteristiche vengono facilmente in mente: energia sconfinata, fuoco corto, distraibilità, disorganizzazione, o forse difficoltà a gestire più attività o essere in tempo. Ma pensi mai alla rabbia come un’esperienza comune nell’ADHD?

Beh, la rabbia è spesso parte del quadro, anche. E se ci pensiamo per un momento questo ha senso. Vedete, una componente testarda dell’ADHD che spesso rimane dall’infanzia fino all’età adulta comporta problemi di impulsività. Cioè, difficile gestire i propri impulsi non agendo su di essi rapidamente. Questa mancanza di controllo degli impulsi crea un’opportunità per le emozioni forti, come la rabbia, di prendere il sopravvento. Questi sentimenti possono spesso dirigere i comportamenti e i pensieri di una persona senza molto tempo per considerare le conseguenze. Ci si sente proprio nel momento giusto, anche se c’è un grosso costo in seguito. Come uno dei miei pazienti lo descrive perfettamente, non c’è” nessun filtro ” per tamponare ciò che viene fuori, e una volta che è là fuori, beh, allora è spesso troppo tardi, e inizia la modalità di pulizia.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Nel libro, The Distracted Couple: The Impact of ADHD on Adult Relationships (a cura di me e del Dr. Jon Carlson; Crown House, 2013), L’esperto di ADHD e collaboratore Dr. Ari Tuckman spiega alcune possibili preoccupazioni per la rabbia e l’ADHD. Come lo descrive, gli adulti con ADHD hanno spesso problemi con l’autocontrollo emotivo. Dr. Tuckman suggerisce anche che le persone con ADHD potrebbero tendere a provare emozioni abbastanza intensamente. E così, quando la loro impulsività è combinata con queste sfide emotive, i problemi sorgono in diversi modi. Potrebbe comportare dire commenti offensivi o estremi che l’individuo si rammarica in seguito; reagire immediatamente alla propria rabbia senza pensare davvero al quadro generale o alle conseguenze di intraprendere queste azioni; e/o danneggiare le relazioni strette nel tempo con diversi episodi di esplosioni arrabbiate. Quest’ultimo può essere particolarmente velenoso. Come spiega il Dr. Tuckman, “Ci vogliono solo un paio di forti outbursts…to minare un sacco di buone interazioni” (p. 73). Il danno di forti esplosioni emotive è piuttosto immediato, e non è solo limitato alla relazione romantica primaria di un individuo. Può minare un buon rapporto con un collega, un amico, un familiare, un compagno di classe, un insegnante o un capo.

L’ADHD non è ovviamente l’unica condizione associata all’impulsività e alla rabbia. E a causa dei modi in cui l’ADHD tende a sforzare le relazioni e altera negativamente le dinamiche di una relazione, un amico o un partner senza ADHD può anche scatenarsi nella rabbia verso l’individuo nel rapporto che ha l’ADHD. Ma la nostra attenzione per oggi è davvero sul rapporto tra i sintomi di ADHD e rabbia.

Strumenti per la gestione della rabbia

Che dire della rabbia? Cosa si può fare con esso?

Beh, la prima rabbia di per sé di solito non è il problema. Spesso la sensazione è abbastanza giustificata. Ma è ciò che accade come risultato di questa rabbia che diventa una preoccupazione. In altre parole, il modo in cui viene gestito diventa il vero problema.

I problemi legati alla rabbia, al risentimento e alla frustrazione sono suscettibili di cambiamento. La verità è che gli individui con ADHD hanno una gamma di opzioni quando si tratta di frenare le reazioni arrabbiate e alterare i comportamenti legati alla rabbia. Alcuni di questi sono menzionati di seguito:

l’articolo continua dopo la pubblicità

Controllo dello stress: un colpevole frequente (ma spesso piuttosto silenzioso) legato alla rabbia è il livello di stress che la persona sperimenta nella sua vita, in particolare legato al lavoro e alla famiglia. Una riduzione dello stress e una gestione più efficiente dei fattori di stress incorporando meditazione, esercizio fisico regolare ed efficaci strategie di gestione del tempo possono ridurre notevolmente la propensione verso esplosioni emotive.

Conosci i tuoi trigger: spesso intense reazioni emotive e esplosioni hanno una radice storica per loro. Una risposta arrabbiata può essere stata incoraggiata e apprezzata nella famiglia di un individuo crescendo, o come un modo per ottenere rispetto a scuola tra coetanei. Un certo stile di supervisione al lavoro o un modo di interagire tra amici può essere particolarmente gratificante per qualcuno, o ricordare loro gli anni di bullismo che hanno subito. Conoscere le radici storiche delle vostre risposte emotive è essenziale per non reagire automaticamente a loro, e di riconoscerli in tempo per farvi davvero scegliere come si desidera rispondere.

LE BASI

  • Che cos’è la rabbia?
  • Trova un terapeuta per guarire dalla rabbia

Funzioni servite: A volte, nonostante i danni collaterali negativi coinvolti, esplosioni arrabbiate servono una funzione per qualcuno. Può essere un modo socialmente accettabile per un uomo di esprimere i suoi sentimenti, o può fornire a qualcuno un senso (temporaneo) di potere e di essere preso sul serio nella sua vita. Potrebbe essere usato come veicolo per essere assertivo per qualcuno che altrimenti ha problemi a farlo. La difficoltà, naturalmente, è il costo ripida di questi scoppi arrabbiati, e le conseguenze indesiderabili del comportamento, anche se lo fa tentare di servire una funzione positiva pure. Conoscere le funzioni previste che le reazioni arrabbiate cercano di servire ti aiuterà a capire perché questi comportamenti rimangono sul posto e ti offriranno la possibilità di soddisfare queste esigenze in modi meno distruttivi.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Chiedi agli esperti: Se si affrontano i problemi di rabbia leggendo libri di auto-aiuto, frequentando workshop di gestione della rabbia, lo sviluppo di comunicazione e capacità di regolazione emotiva in psicoterapia cognitivo-comportamentale individuale, o frequentando sessioni di consulenza coppie, una notevole quantità di supporto e di abilità di costruzione può essere acquisita lavorando con professionisti che conoscono la gestione della rabbia e la riduzione Spesso queste abilità possono essere sviluppate abbastanza rapidamente e in modo piuttosto efficace.

La rabbia è un attributo comune associato all’ADHD, ma è disponibile un aiuto per questo. Come con molte altre sfide nella vita, il trucco per gestire la propria rabbia è quello di utilizzare regolarmente una serie di strumenti che aiutano a tenerlo sotto controllo in una varietà di situazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.