Pubblicato il Lascia un commento

Old World porcupine

Old World porcupines
Fossil range: Early Miocene–Recent
Old World porcupine

Old World porcupine
Scientific classification
Kingdom: Animalia
Phylum: Chordata
Class: Mammalia
Order: Rodentia
Sottordine: Hystricomorpha
Infraordine: Hystricognathi
Famiglia: Hystricidae
Fischer de Waldheim, 1817
Generi

Atherurus
Hystrix
Trichys

il Vecchio Mondo istrice è il nome comune per gli ampi, heavyset, terrestre roditori che comprende la famiglia Hystricidae, caratterizzata da brevi zampe, coda a meno di metà del tempo, come la testa e il corpo, e un spinosi copertura di taglienti spine, spine, e setole che non sono spinate, a differenza degli aculei spinati dei porcospini del Nuovo Mondo della famiglia degli Erethizontidae. I porcospini del vecchio mondo si estendono sul sud dell’Europa, la maggior parte dell’Africa, gran parte dell’Asia meridionale compresa l’India e l’arcipelago malese fino al Borneo.

Sebbene sia le famiglie di istrici del Vecchio Mondo che quelle del Nuovo Mondo appartengano al ramo Hystricognathi del vasto ordine Rodentia, e condividano un aspetto simile con un corpo grande e pesante coperto da aculei, spine o setole, queste famiglie sono molto diverse e non sono strettamente imparentate.

I porcospini del Vecchio Mondo forniscono una funzione più ampia per l’ecosistema e per gli esseri umani. Ecologicamente, nonostante gli aculei, forniscono cibo per un certo numero di predatori, tra cui grandi gatti come leoni, iene, rapaci e pitoni. Per gli umani, vengono cacciati per la loro carne, che in alcune aree è considerata una prelibatezza, e sono anche ricercati per le loro penne per ornamenti.

Panoramica e descrizione

Il nome comune porcospino è condiviso dalle due famiglie tassonomiche di roditori: Hystricidae (porcospini del Vecchio Mondo) ed Erethizontidae (istrici del Nuovo Mondo). Entrambi hanno corpi pesanti coperti di lunghe aculei o spine (peli modificati), che possono staccarsi facilmente dalla pelle quando vengono toccati e diventare incorporati in un potenziale predatore. Gli aculei o le spine assumono varie forme, a seconda della specie, ma tutti sono peli modificati ricoperti da spesse piastre di cheratina e sono incorporati nella muscolatura della pelle.

Tuttavia, nonostante una somiglianza nell’aspetto, le due famiglie di istrici sono molto diverse, incluso il fatto che le spine degli istrici del Vecchio Mondo mancano delle barbule caratteristiche degli istrici del Nuovo Mondo. Inoltre, i porcospini del Vecchio Mondo sono solitamente terrestri e normalmente non si arrampicano sugli alberi, mentre i porcospini del Nuovo Mondo sono tipicamente arboricoli (adattati alla vita sugli alberi) (Atkins 2004; Mertz 2004).

I porcospini del Vecchio Mondo sono animali pesantemente costruiti, con teste arrotondate smussate, musi mobili carnosi e strati di spine cilindriche o appiattite spesse, che formano l’intera copertura del loro corpo e non sono mescolati con peli ordinari. La coda è molto corta in alcune specie, ma varia fino alla metà della lunghezza testa-corpo in altre specie (Atkins 2004). Gli arti anteriori e gli arti posteriori sono corti e ciascuno dei due arti anteriori ha quattro cifre artigliate ben sviluppate e un pollice, mentre entrambi i piedi posteriori hanno cinque cifre funzionali (Atkins 2004). Le piante dei piedi sono lisce, senza capelli e con pastiglie. I porcospini del Vecchio Mondo hanno generalmente occhi relativamente piccoli con un relativamente scarso senso della vista e piccole orecchie esterne ma con un buon senso dell’udito (Atkins 2004). Hanno anche un forte senso dell’olfatto, con le narici che di solito sono a forma di S (Atkins 2004).

Come altri roditori, hanno potenti incisivi rosicchianti e senza denti canini. Come con tutti i roditori, i denti incisivi crescono continuamente per tutta la vita e devono essere tenuti consumati da rosicchiare. La loro formula dentale è:

Questi roditori sono anche caratterizzati dai denti delle guance imperfetti, dalle clavicole imperfette o dalle ossa del colletto, dalla fessura del labbro superiore e da sei tettarelle disposte sul lato del corpo.

Le spine senza ardiglione coprono la testa, il corpo e in alcune specie la coda. Sono peli rigidi, spessi, affilati, modificati, che possono raggiungere fino a 35 centimetri (13,8 pollici) di lunghezza. C’è una diversità di tipi di spine, da aculei stiletto-come che sono appiattiti con punte affilate e scanalature longitudinali; a punte affilate che sono spesse e inflessibili; a aculei taglienti setole-come che sono flessibili verso le estremità con una sezione trasversale rotonda; a piastrina, setole cave che sono appiattite; tra gli altri. Normalmente, gli aculei puntano verso la parte posteriore e si trovano piatti, ma quando l’animale è minacciato o mostra aggressività, possono essere immediatamente sollevati. Le penne non possono essere proiettate ma sono attaccate liberamente e possono penetrare nella carne. Non sono velenosi (Atkins 2004).

I membri della famiglia vanno da quelli di una corporatura piuttosto snella, nel genere Trichys, ad una corporatura tozza e goffa, nel genere Hystrix (Atkins 2004). I porcospini del Vecchio Mondo variano in dimensioni dai relativamente piccoli porcospini dalla coda a spazzola con lunghezze del corpo di 37 a 47 centimetri (15 a 19 pollici), e un peso di 1,5 a 3,5 chilogrammi (3,3 a 7,7 libbre), ai porcospini crestati molto più grandi, che sono lunghi da 60 a 83 centimetri (24 a 33 pollici), scontando la coda, e pesano da 13 a 27 chilogrammi (29 a 60 libbre) (van Aarde 1984).

Comportamento, dieta e riproduzione

Le abitudini della maggior parte delle specie sono strettamente terrestri, vivono a terra e normalmente non si arrampicano sugli alberi. Tendono ad essere notturni e lenti. Spesso usavano tane abbandonate di altri animali o tane profonde che scavavano da soli essendo ottimi scavatori. Possono anche occupare alberi cavi, fessure rocciose, caverne e buchi scavati da altri animali (Atkins 2004).

Le varie specie sono tipicamente erbivore, mangiando frutta, radici e bulbi. Anche molte colture vengono mangiate, come patate dolci, cipolle, patate, cetrioli, fagioli, banane, arachidi e uva, e si nutrono anche di carogne (Atkins 2004). Alcune specie rosicchiano ossa secche, forse per minerali carenti, come una fonte di calcio. Spesso rosicchiano la corteccia degli alberi, i rami e i tronchi degli alberi, il che aiuta i loro denti a consumarsi correttamente.

Uno o due (o, raramente, tre) piccoli nascono dopo un periodo di gestazione compreso tra 90 e 112 giorni, a seconda della specie. Le femmine in genere partoriscono solo una volta all’anno, in una camera sotterranea rivestita di erba all’interno di un sistema di tane. I piccoli nascono più o meno pienamente sviluppati e le spine, inizialmente morbide, si induriscono entro poche ore dalla nascita. Sebbene inizino a prendere cibo solido entro due settimane, non vengono completamente svezzati fino a 13-19 settimane dopo la nascita. I giovani rimangono con la colonia fino a raggiungere la maturità sessuale a circa due anni di età, e condividono il sistema di tana con i loro genitori e fratelli da altre cucciolate. I maschi, in particolare, aiutano a difendere la colonia dagli intrusi, sebbene entrambi i sessi siano aggressivi nei confronti dei porcospini non imparentati (van Aarde 1984).

La durata media della vita in natura può essere di circa 20 anni (Atkins 2004).

Specie

Esistono circa 11 specie di istrici del Vecchio Mondo, suddivise in tre generi: Hystrix, Atherurus e Trichys.

Dei tre generi, Hystrix è caratterizzato da un cranio gonfiato, in cui la cavità nasale è spesso considerevolmente più grande del cervello, e da una coda corta, con numerose penne aperte a gambo sottile, che emettono un forte rumore di crepitio ogni volta che l’animale si muove.

L’istrice crestato (Hystrix cristata) è un tipico rappresentante dei porcospini del Vecchio Mondo, e si verifica in tutto il sud dell’Europa e del Nord e dell’Africa occidentale. È sostituito in Sudafrica dall’istrice del capo, H. africaeaustralis, e in India dall’istrice malese (H. leucura).

Oltre a queste grandi specie crestate, ci sono diverse specie più piccole senza creste nell’India nord-orientale e nella regione malese dal Nepal al Borneo.

Istrice africano dalla coda a spazzola (Atherurus africanus) venduto per la carne in Camerun.

Il genere Atherurus comprende i porcospini dalla coda a spazzola, che sono animali molto più piccoli, con lunghe code a punta con fasci di spine appiattite. Due specie si trovano nella regione malese e una nell’Africa centrale e occidentale. Quest’ultima specie, l’istrice dalla coda a spazzola africana (Atherurus africanus), è spesso cacciata per la sua carne.

Trichys, l’ultimo genere, contiene una specie, l’istrice dalla coda lunga (Trichys fasciculata) del Borneo. Questa specie è esternamente molto simile a Atherurus, ma differisce dai membri di quel genere in molte caratteristiche craniche.

Le specie fossili sono conosciute anche dall’Africa e dall’Eurasia, con una delle più antiche essendo Sivacanthion del Miocene del Pakistan. Tuttavia, probabilmente non era un antenato diretto dei moderni istrici (Savage e Long 1986).

Elenco delle specie

Quello che segue è un elenco completo delle specie esistenti (Woods e Kilpatrick 2005) e dei generi fossili (McKenna e Bell 1997):

  • Famiglia Hystricidae
    • Hystrix
      • Sottogenere Acanthion
        • macedone istrice (Hystrix brachyura)
        • Sunda istrice (Hystrix javanica)
      • Sottogenere Hystrix
        • Capo dell’istrice (Hystrix africaeaustralis)
        • istrice (Hystrix cristata)
        • l’Indiano, l’istrice (Hystrix indonesiano)
      • Sottogenere Thecurus
        • Spessore-spine di istrice (Hystrix crassispinis)
        • Indonesiano istrice (Hystrix pumila)
        • Sumatra, l’istrice (Hystrix sumatrae)
    • †Miohystrix
    • †Xenohystrix
    • †Sivacanthion
    • Atherurus
      • Afro pennello a coda di istrice (Atherurus africanus)
      • Asiatico pennello a coda di istrice (Atherurus macrourus)
    • Trichys
      • Long-tailed istrice (Trichys fasciculata)

Vedi anche

  • Istrice
  • Nuovo Mondo istrici
  • Atkins, W. A. 2004. Istrici del Vecchio Mondo. Pagine 351-364 in B. Grzimek, D. G. Kleiman, V. Geist, e MC McDade, Enciclopedia della vita animale di Grimek. Detroit, MI: Thomson / Gale. ISBN 0787657921 (volume), 0787653624 (set).per maggiori informazioni clicca qui. 1997. Classificazione dei mammiferi al di sopra del livello di specie. New York: Columbia University. ISBN 0231110138.
  • Mertz, Los Angeles 2004. Istrici del Nuovo Mondo (Erethizontidae). Pagine 365-375 in B. Grzimek et al., Grzimek’s Animal Life Encyclopedia, 2nd ed., vol. 16, mammals V. Detroit, MI: Thomson / Gale. ISBN 0787657921.

  • Savage, RJG e MR Long. 1986. Evoluzione dei mammiferi: una guida illustrata. New York: Fatti in archivio. ISBN 081601194x.
  • van Aarde, R. 1984. In D. W. Macdonald, ed., L’Enciclopedia dei mammiferi. New York: Fatti in archivio. ISBN 0871968711.il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. 2005. Hystricognathi. Pagine 1538-1600 in D. E. Wilson, e D. M. Reeder, Mammal Species of the World: A Taxonomic and Geographic Reference, 3rd ed. Baltimore, MD: Johns Hopkins University Press. ISBN 0801882214.

Roditore Famiglie

Sciuromorpha:†Allomyidae |Aplodontiidae |†Mylagaulidae |†Reithroparamyidae |Sciuridae |Gliridae

Castorimorpha:†Eutypomyidae |Castoridae |†Rhizospalacidae |†Eomyidae |†Heliscomyidae |†Mojavemyidae |Heteromyidae |Geomyidae

Myomorpha:†Armintomidae |Dipodidae |Zapodidae |†Anomalomyidae |†Simimyidae |Platacanthomyidae |Spalacidae |Calomyscidae |Nesomyidae |Cricetidae |Muridae

Anomaluromorpha:Anomaluridae |†Parapedetidae |Pedetidae

Hystricomorpha:†Tamquammyidae |Ctenodactylidae |Diatomyidae |†Yuomyidae |†Chapattimyidae |†Tsaganomyidae |†”Baluchimyinae” |†Bathyergoididae |Bathyergidae |Hystricidae |†Myophiomyidae |†Diamantomyidae |†Phiomyidae |†Kenyamyidae |Petromuridae |Thryonomyidae |Erethizontidae |Chinchillidae |Dinomyidae |Caviidae |Dasyproctidae |†Eocardiidae |Cuniculidae |Ctenomyidae |Octodontidae |†Neoepiblemidae |Abrocomidae |Echimyidae |Myocastoridae |Capromyidae |†Heptaxodontidae

Preistorico roditori (incertae sedis):†Eurymylidae |†Cocomyidae |†Alagomyidae |†Ivanantoniidae |†Laredomyidae |†Ischyromyidae |†Theridomyidae |†Protoptychidae |†Zegdoumyidae |†Sciuravidae |†Cylindrodontidae

† indica taxa estinti

Crediti

New World Encyclopedia scrittori ed editori, e riscritto e completato Wikipedia articlein secondo New World Encyclopedia standard. Questo articolo si attiene ai termini della licenza Creative Commons CC-by-sa 3.0 (CC-by-sa), che può essere utilizzata e diffusa con una corretta attribuzione. Il credito è dovuto secondo i termini di questa licenza che può fare riferimento sia ai contributori dell’Enciclopedia del Nuovo Mondo che ai contributori volontari disinteressati della Wikimedia Foundation. Per citare questo articolo clicca qui per un elenco di formati di citazione accettabili.La storia dei precedenti contributi dei wikipediani è accessibile ai ricercatori qui:

  • Old_World_porcupine history

La storia di questo articolo da quando è stato importato in New World Encyclopedia:

  • Storia del “Porcospino del Vecchio Mondo”

Nota: Alcune restrizioni possono essere applicate all’uso di singole immagini che sono concesse in licenza separatamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.