Pubblicato il Lascia un commento

Educare i pazienti di diabete mellito per la cura del piede diabetico | Krediblog

Discussione

A livello globale, quasi 415 milioni di persone hanno DM, la maggior parte dei pazienti appartiene ai paesi a reddito medio e basso reddito. In India, quasi 70 milioni di persone hanno il diabete, con un numero previsto di malattie di circa 125 milioni di casi entro l’anno 2040. Il piede diabetico come complicazione di DM rappresenta circa il 6% di tutte le complicanze associate in individui affetti da DM di tipo 1. Le complicanze del piede diabetico nei pazienti sono comprensive di ulcere del piede, infezioni della ferita, cancrena. Circa 0,03-1,5% dei pazienti affetti da DM tendono a sviluppare cancrena e successivamente con conseguente amputazione degli arti (piede). Questo peggiora seriamente la qualità della vita tra i pazienti e quindi diventa più imperativo per il paziente di essere educato e reso consapevole per quanto riguarda le complicazioni del piede diabetico e la conoscenza di prendersi cura del piede.

Il diabete incontrollato causa neuropatia e malattia arteriosa periferica attraverso varie vie metaboliche complesse. Sviluppo di ulcere del piede sono innescati da perdita sensoriale neuropatica superadded con malattia vascolare periferica. Una revisione sistematica ha riportato una prevalenza dello 0,003-2,8% per la neuropatia periferica correlata al diabete e dello 0,01–0,4% per la malattia arteriosa periferica correlata al diabete. Ulcere del piede, cancrena, osteolisi, fratture, dislocazione e deformità sono causate dalla combinazione di neuropatia sensoriale, vasculopatia, variabilità meccaniche come carico sulle articolazioni/piede, anomalie metaboliche e microtraumi ripetuti.

DM essendo una malattia complessa e di comportamento persistente cronico, diventa imperativo che i pazienti e gli operatori sanitari dovrebbero essere ben consapevoli di alcuni aspetti importanti della malattia per fornire un’adeguata assistenza sanitaria primaria o selfcare. Le persone interessate (operatori sanitari e pazienti) devono sapere che il controllo glicemico è l’aspetto più importante per controllare lo sviluppo e la progressione del diabete e delle sue complicanze associate (complicanze macro e microvascolari). Per raggiungere lo stato glicemico controllato in qualsiasi individuo diabetico, ci deve essere un’assistenza sanitaria primaria continua, una corretta autogestione e strategie di gestione chiare, quindi diventa obbligatorio per i pazienti e gli operatori sanitari essere aggiornati sulla gestione quotidiana delle complicanze e della cura del piede diabetico. Le presenti linee guida per la cura del piede diabetico si basano su ” Linee guida di trattamento standard formate dal Ministero della Salute e del benessere familiare dell’India—Il piede diabetico: prevenzione e gestione in India 2016”. Le linee guida raccomandano ai medici di valutare le condizioni generali del paziente.

Il modo migliore consigliato per prevenire complicazioni come la caduta del piede diabetico in due aspetti importanti, il primo aspetto è quello di educare i pazienti e diffondere la consapevolezza tra i pazienti relativi alle complicanze correlate al DM e come sviluppare la strategia di cura del piede. I pazienti di DM devono essere istruiti e resi consapevoli di alcuni aspetti importanti relativi al diabete. Secondo aspetto è quello di promuovere l’assistenza sanitaria tra questi pazienti diabetici attraverso il follow-up e frequenti check-up.

Ci sono cinque elementi chiave che sono vitali per la corretta gestione del piede diabetico che includono come segue: 1. Buon controllo glicemico, 2. regolarmente ispezionare ed esaminare piede a rischio, 3. sensibilizzare ed educare i pazienti per quanto riguarda la complicazione diabetica e la cura del piede diabetico, 4. per garantire in ogni momento che i pazienti utilizzano calzature appropriate, e 5. rinvio precoce e trattamento di individui a rischio per complicanze del piede diabetico.

Una revisione Cochrane comprendente 11 studi randomizzati controllati ha suggerito che l’educazione del piede tra gli individui diabetici era di fondamentale importanza e la consapevolezza tra i pazienti attraverso lo stesso ha portato a un notevole impatto positivo sulla conoscenza e sull’approccio del paziente sullo stesso. Ciò ha comportato una riduzione definitiva della morbilità del paziente e un miglioramento dello stile di vita del paziente, nonché dell’onere socioeconomico. Il gruppo di lavoro internazionale sul piede diabetico riconosce che in tutto il mondo ci sono prove limitate sull’efficacia dell’educazione del paziente relativa alla cura e alla comprensione del piede diabetico.

Nel presente studio, le valutazioni sono state fatte sulla base di un questionario standardizzato pre-test e post-test. Lo studio ha valutato l’istruzione e le conoscenze raggiunte valutando i punteggi pretest e posttest e successivamente calcolando il guadagno di apprendimento assoluto, il guadagno di apprendimento relativo e il guadagno di apprendimento normalizzato . Il punteggio medio del pretest era 13,91 ± 11.49 e il punteggio medio posttest era 24.68 ± 2.02 mentre il punteggio medio % pretest era 53.50 ± 44.19 e il punteggio medio % posttest era 94.42 ± 10.45 . In base al punteggio, il guadagno di apprendimento assoluto era 40.92%, il guadagno di apprendimento relativo era 76.48% e il guadagno normalizzato g era 0.88 (Alto guadagno). Altri studi simili al presente studio relativi alla consapevolezza e all’educazione relativa al piede diabetico in pazienti con DM sono i seguenti:

Tabella 3

Tabella con Pre-test e Post test punteggio ottenuto da affermativa risposte

Domande Pre-Test di Risposta Post-test di Risposta
Q. 1. Complicazioni daibetiche 86 100
Q. 2. Lesioni del piede diabetico 52 98.9
Q. 3. Ferita e infezione del piede diabetico 52.5 99.5
Q. 4. Sviluppo dell’ulcera del piede diabetico 52.2 99.5
Q. 5. DM pts. Sensazioni neurologiche 48.6 95.7
Q. 6. La claudicazione e la cancrena 46 87
Q. 7. Deformità degli arti 48.8 96.7
Q. 8. Associazione fumatori 49.1 96.2
Q. 9. Frequenza per ispezionare piedi 48.8 92.9
Q. 10. Per informazioni sul medico 49.4 98.4
Q. 11. Frequenza di lavaggio ai piedi 48.6 96.2
Q. 12. Controllo dell’usura del piede 50 96.2
Q. 13. Irritanti in acqua per lavare i piedi 48.5 79.8
Q. 14. Temperatura per pulire i piedi 49.7 90.8
Q. 15. Tipi di calze da indossare 47.5 89.1
Un file esterno che contiene un'immagine, illustrazione, etc. Il nome dell'oggetto è JFMPC-9-367-g003.jpg

Grafico che mostra il confronto tra Pre-test e Post test punteggio ottenuto in risposta affermativa sul questionario

In uno studio condotto da Jindasa e Jeewantha in Sri Lanka per determinare la conoscenza e la pratica del diabetico, cura del piede nei pazienti con malattie croniche del diabete, i ricercatori hanno trovato che circa il 38,2% i pazienti con DM dovuto subire l’amputazione dei piedi e intorno l ‘ 82,7% aveva sviluppato ulcere del piede. Sulla valutazione effettuata sui pazienti per quanto riguarda la consapevolezza del piede diabetico, 52.7% pazienti erano consapevoli per quanto riguarda le strategie di cura del piede, tuttavia a chiedere se effettivamente pratica o seguirla, 22.7% non lo pratica. Quindi, un’importante osservazione fatta dallo studio è stata semplicemente educare le persone e renderle consapevoli delle complicazioni e delle cure del piede diabetico non ha aiutato molti pazienti a praticare o seguire lo stesso.

In un altro studio, una sezione trasversale per quanto riguarda la consapevolezza del piede diabetico amont pazienti di tipo 2 DM a Durban, Sud Africa effettuata da Gole e Naidoo, pochissimi pazienti (circa 22.2% pazienti) hanno riferito di aver esaminato i loro piedi, purtroppo anche loro hanno esaminato i loro piedi quando hanno sviluppato qualche complicazione. Lo studio ha concluso che la consapevolezza sulla malattia del piede diabetico deve essere affrontata meglio non era ottimale secondo le linee guida di gestione e consapevolezza del piede diabetico.

Muhammad Lufti et al. condotto uno studio per valutare la conoscenza e la pratica della cura del piede diabetico in un centro medico terziario. Il presente studio comprendeva un totale di pazienti 157, la maggior parte dei pazienti aveva una scarsa conoscenza della cura del piede diabetico (58%) e oltre a ciò circa i pazienti 61.8% praticavano anche protocolli di cura del piede diabetico poveri. Lo studio ha concluso che i pazienti che hanno riferito di avere infezioni e ferite del piede erano quelli che in realtà non seguivano buone pratiche di cura del piede.

Alhuqayl et al. condotto un sondaggio trasversale relativo alla consapevolezza della cura del piede tra i pazienti diabetici. Lo studio ha scoperto che circa 46.il 7% dei pazienti era inadeguato per quanto riguarda la consapevolezza della cura del piede diabetico.

Sabar et al. nel loro studio trasversale valutato la prevalenza della neuropatia diabetica e la conoscenza e la pratica circa la cura del piede. Lo studio ha concluso che le complicanze diabetiche comprensive del piede diabetico erano elevate tra i pazienti che avevano scarsa comprensione per quanto riguarda le complicanze associate al piede diabetico e la comprensione della cura del piede diabetico. La maggior parte dei pazienti aveva un punteggio di conoscenza del 38% e una moderata quantità di pratica per quanto riguarda la cura del piede diabetico intorno al 40%.

In uno studio condotto da Pinakin et al. ha dimostrato che dopo aver sensibilizzato i pazienti per quanto riguarda le complicanze associate alla valutazione DM è stata effettuata, 27% pazienti dei pazienti aveva scarsa conoscenza, mentre 50% pazienti avevano conoscenza media e solo 23% pazienti avevano una buona conoscenza. Anche simile alla conoscenza guadagno maggioranza delle persone (circa il 51%) ha avuto una media di scarsa pratica di prendersi cura del piede diabetico e la sua consapevolezza. Lo studio particolare ha suggerito che è necessario un immenso lavoro per diffondere consapevolezza e conoscenza tra le persone diabetiche per una corretta cura del piede diabetico.

Aldawish et al. ha valutato il livello di consapevolezza della malattia del piede diabetico tra i pazienti con DM di tipo 2. Un totale di 99 pazienti facevano parte dello studio. Dopo aver sensibilizzato i pazienti, solo il 22,2% dei pazienti ha riferito di aver esaminato i loro piedi, questo esame è stato fatto dal paziente solo dopo lo sviluppo di complicanze. Tutte le persone che erano più istruite ed esposte alle tecniche di cura del piede avevano sicuramente risultati statisticamente migliori e meno sviluppo di complicanze legate al piede diabetico.

Uno studio è stato condotto da Kishore et al. circa la consapevolezza della cura del piede tra i pazienti con diabete che frequentano un ospedale terziario, circa 400 pazienti sono stati sottoposti a un questionario per valutare la conoscenza e la consapevolezza per quanto riguarda le complicanze del piede diabetico e la cura del piede, solo 50 pazienti su 400, cioè 12.5% aveva ricevuto precedente educazione sanitaria relativa alla malattia del piede diabetico e consapevolezza per quanto riguarda la cura del piede, lo studio ha concluso che la consapevolezza per quanto riguarda le complicanze del piede diabetico e la cura del piede deve essere più enfaticamente diffusa tra i pazienti di DM e anche tra gli operatori sanitari in modo da prevenire le

Selvakumar et al. ha condotto uno studio sulla consapevolezza e la pratica per quanto riguarda l’auto-cura del piede tra i pazienti di tipo noto 2 DM in una zona rurale. Nello studio particolare, 64.55% persone non erano a conoscenza per quanto riguarda la cura del piede diabete e complicazioni. La maggior parte dei pazienti (circa il 74,2%) cammina a piedi nudi, il 67,7% non ha controllato l’usura del piede, circa il 54,8% non ha tagliato correttamente le unghie dei piedi. Lo studio ha concluso che la consapevolezza e la conoscenza della cura del piede per quanto riguarda la cura del piede devono essere meglio diffuse in tutta la società e che una migliore educazione sulla stessa aiuterà a prevenire la morbilità e la mortalità legate alla DM e alle sue complicanze.

Il presente studio ha rilevato che c’era una grande mancanza di consapevolezza tra la popolazione generale in generale e intorno a Wardha, che è simile ai risultati dei rapporti visti in altri studi provenienti da diverse parti dell’India per quanto riguarda la mancanza di consapevolezza della cura del piede tra i pazienti con diabete. In tutto il paese non sono stati fatti molti sforzi per migliorare la condizione degli individui diabetici, quindi c’era un forte bisogno del presente studio.

La consapevolezza riguardo alla DM come una delle principali malattie non trasmissibili e causa di morbilità è aumentata tra i pazienti dopo la sensibilizzazione e l’educazione sullo stesso. I pazienti sono stati anche informati sulle complicanze del piede diabetico e sono stati istruiti sulle tecniche e le precauzioni per la cura del piede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.