Pubblicato il Lascia un commento

Prendere un morso di rabbia!

Il 28 settembre è la Giornata mondiale della rabbia. Fondata nel 2007, mira a sensibilizzare sulla rabbia e aiutare il mondo a unirsi per combattere questa terribile malattia trascurata. Il tema per il 2020 è “End Rabies: Collaborate, Vaccinate”, incentrato su:

  • Eliminazione della rabbia diffusa dai cani per raggiungere zero morti umane entro il 2030.
  • Collaborazione a tutti i livelli per eliminare la rabbia a livello globale, perché non conosce confini.
  • La vaccinazione come pietra angolare degli sforzi di prevenzione e controllo della rabbia.

Negli Stati Uniti, le morti per rabbia sono molto rare grazie a programmi di controllo e vaccinazione degli animali di successo. Ma in tutto il mondo, la rabbia uccide più di 59.000 persone ogni anno. I paesi più colpiti sono in Africa e in Asia, e quasi la metà delle vittime sono bambini di età inferiore ai 15 anni.

La buona notizia è che la rabbia può essere prevenuta attraverso la vaccinazione di animali e persone. Nella Giornata mondiale della rabbia, possiamo rinnovare il nostro impegno per eliminare le morti umane per la rabbia. Il tema di quest’anno è ” End Rabbia: collaborare, vaccinare.”Puoi aiutare mantenendo gli animali domestici aggiornati sulla loro vaccinazione antirabbica e collaborando con medici, veterinari, educatori, operatori della comunità, responsabili politici e altri nella tua comunità per aumentare la consapevolezza sulla prevenzione e il controllo della rabbia.

Gli Stati Uniti hanno avuto successo nell’eliminare la rabbia canina. Adottare misure per prevenire la rabbia nei vostri animali domestici!

La sfida della rabbia

I virus che causano la rabbia sono presenti in tutti i continenti tranne l’Antartide. La gente ottiene la rabbia quando sono morsi da un animale che ha il virus. La rabbia è quasi sempre fatale una volta che compaiono i sintomi, ma la rabbia nelle persone è prevenibile al 100% attraverso cure mediche tempestive e appropriate.

La rabbia canina (che si diffonde tra i cani e occasionalmente alle persone) è la causa del 98% dei decessi per rabbia umana in tutto il mondo. Mentre gli Stati Uniti. eliminato con successo il virus della rabbia canina, abbiamo ancora bisogno di mantenere i nostri cani e gatti vaccinati per evitare che questo tipo di virus di tornare, e per proteggere i nostri animali domestici da ottenere la rabbia dalla fauna selvatica.

Sfortunatamente, la rabbia canina non è controllata in molte parti del mondo e continua a minacciare la salute di persone e animali in queste aree. In molti paesi, la maggior parte dei cani non è vaccinata e può vagare liberamente. Quando questi cani ottengono la rabbia, possono passare il virus ai loro proprietari, familiari o vicini di casa. CDC disease detectives e scienziati stanno lavorando in tutto il mondo per aiutare a avviare programmi per controllare meglio la rabbia. Gli scienziati hanno dimostrato che una volta vaccinato il 70% dei cani, la rabbia può essere controllata con successo in un’area e le morti umane possono essere prevenute. La vaccinazione dei cani è il modo migliore per prevenire le morti umane.

Assicurati di portare i tuoi cani e gatti dal veterinario ogni anno.

Negli Stati Uniti, la rabbia si trova più comunemente nei pipistrelli, procioni, moffette e volpi.

Il contatto con i pipistrelli infetti è la principale causa di decessi per rabbia nelle persone negli Stati Uniti.

Cosa puoi fare per proteggere te stesso e gli altri dalla rabbia

Che tu sia un proprietario di animali domestici, un genitore, un avventuriero all’aperto o un esploratore globale, ci sono passi che puoi prendere per mantenere te stesso e la tua famiglia al sicuro dalla rabbia durante tutto l’anno.

1. Prendere animali da un veterinario per la loro rabbia colpo

Un veterinario può assicurarsi che i vostri animali domestici-come cani, gatti, e furetti – sono aggiornati sul loro rabbia colpo e protetto da ottenere la rabbia. Tutti i cani e i gatti dovrebbero essere vaccinati intorno ai quattro mesi di età, e poi di nuovo un anno dopo. Dopo questi due colpi, il veterinario svilupperà un piano di vaccinazione che è meglio per il vostro animale domestico e conforme alle leggi locali. Questo è importante, dal momento che gli animali che non hanno ricevuto un colpo di rabbia e sono in contatto con animali selvatici potenzialmente rabbiosi potrebbero dover essere messi in quarantena o messi a dormire.

2. Sapere quando cercare assistenza medica

La rabbia è prevenibile al 100% con la profilassi post-esposizione (PEP) che include vaccino antirabbico e farmaci per combattere le infezioni, a condizione che le persone ricevano prontamente il PEP. Se sei stato in contatto con animali selvatici o sconosciuti, in particolare se sei stato morso o graffiato o non sei sicuro, dovresti parlare con un operatore sanitario o di salute pubblica per determinare il tuo rischio di rabbia o altre malattie.

3. Proteggi la tua famiglia in casa

Ci sono cose che puoi fare in casa per aiutare a ridurre il rischio di rabbia per te e per i tuoi animali domestici.

  • Mantenere il controllo dei vostri animali domestici-gatti e furetti dovrebbero essere in casa, e cani non dovrebbe essere permesso di correre libero o senza sorveglianza.
  • Mantieni il cibo dei tuoi animali domestici in un luogo in cui solo i tuoi animali domestici hanno accesso ad esso e mantieni la spazzatura coperta in modo sicuro per evitare di attirare animali selvatici o randagi.
  • Capire il rischio da pipistrelli. Mentre la maggior parte degli animali selvatici si trova principalmente all’aperto, i pipistrelli a volte possono volare negli edifici. Questo include la vostra casa e anche la stanza in cui si dorme. Impara cosa fare quando trovi un pipistrello nella tua casa. Ci sono anche passi che si possono prendere per “bat-proof” la vostra casa.
    • Indoor-solo i gatti possono ottenere la rabbia dai pipistrelli in casa. È importante tenere aggiornati tutti i gatti sulla vaccinazione antirabbica, anche se non escono mai di casa.

4. Tenere lontano dalla fauna selvatica e animali sconosciuti

Negli Stati Uniti, la rabbia è più spesso visto in animali selvatici come procioni, pipistrelli, puzzole e volpi. Uno dei modi migliori per proteggere se stessi e la vostra famiglia è quello di lasciare tutta la fauna selvatica da solo, compresi gli animali feriti. Non nutrirli o maneggiarli, anche se sembrano amichevoli. Se vedi un animale ferito, un animale che sembra malato o che agisce in modo strano, o un animale morto, segnalalo al controllo degli animali, ai servizi per la fauna selvatica o al dipartimento sanitario locale.

Dovresti anche evitare cani e gatti che non sono familiari a te e alla tua famiglia. Questi animali possono essere in contatto con la fauna selvatica e possono anche diffondere la rabbia alle persone.

5. Proteggersi prima di viaggi internazionali

Prima di viaggiare all’estero, consultare il proprio medico, una clinica di viaggio, o il vostro dipartimento sanitario locale o statale circa il rischio di esposizione alla rabbia e come gestire un’esposizione dovrebbe sorgere. Quando si viaggia, è sempre meglio evitare di avvicinarsi a qualsiasi animale selvatico o domestico. In alcune aree del mondo, comprese parti dell’Africa, dell’Asia e dell’America centrale e meridionale, la rabbia nei cani è ancora un grosso problema e il PEP può essere difficile da ottenere.

La vaccinazione antirabbica può essere raccomandata prima del viaggio se si viaggia in un paese in cui vi è un aumentato rischio di rabbia, specialmente se si può avere maggiori probabilità di entrare in contatto con cani rabbiosi. Dovresti anche considerare la vaccinazione antirabbica se trascorrerai molto tempo all’aperto nelle zone rurali o se prevedi di gestire gli animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.