Pubblicato il Lascia un commento

Sedano

Distribuzione globale, Importanza commerciale, e le varietà

Americano wintergreen (Gaultheria procumbens L.) appartiene alla famiglia, Ericaceae, e Gaultheria è stato chiamato dopo il Dr. Gaultheria, un medico dal Quebec in circa 1750. È comunemente consumato come raccolto di insalata per le sue foglie tenere e gambo in America e nei paesi occidentali, così come in Asia in Australia.

L’asparago (Asparagus officinalis) è originario dell’Europa e dell’Asia, e sono i giovani germogli che sono le parti commestibili. Ci sono varietà verdi e viola di asparagi. Forzare le piante con l’esclusione della luce produce lance bianche, che sono molto popolari in Europa. La varietà verde di asparagi è quella comunemente in scatola ed è più popolare nel Regno Unito.

Baby corn (Zea mays var. rugosa o sacchorata), una forma di mais, è un’antica coltura, come rivelato da resti di pannocchia, risalenti a circa 5000 ac, trovati negli scavi della grotta di Tehuacan in Messico. Si stima che l’addomesticamento sia iniziato in quel periodo. Baby corn è abbastanza nutriente ed è l’insalata di verdure più popolare negli Stati Uniti e nei paesi occidentali, dove le sue orecchie tenere, in scatola in acido citrico al 2%, vengono importate dai paesi in via di sviluppo, principalmente dalla Thailandia. È un ingrediente di biryani vegetale, verdure miste, preparazioni alimentari cinesi,ecc. Zuppa, insalata di verdure croccanti, e sottaceti a base di mais bambino sono altre prelibatezze a valore aggiunto in grandi alberghi e compagnie aeree. Oltre alla nutrizione significativa, baby corn conferisce diversità ai pasti a causa della sua consistenza e sapore. Le cultivar riconosciute di baby corn in India sono Prakash, Golden Baby e Composite Kesari.

Broccoli (Brassica oleracea var. italica), un ortaggio floreale in rapido sviluppo, viene solitamente raccolto quando la cagliata è compatta e immatura. Il nome broccoli si riferisce ai giovani germogli che si sviluppano in alcune specie del genere Brassica (’brocco ‘è una parola italiana per’sparare’). Negli Stati Uniti, è anche conosciuto come broccoli italiani, suggerendo la sua origine italiana. Il suo peduncolo, fondamentalmente un gambo, viene consumato crudo come insalata. Il broccolo, ritenuto l’antenato del cavolfiore, è un ortaggio di altissima qualità e di importanza commerciale negli USA in quanto è l’ortaggio preferito dagli americani. Broccoli è stato uno dei migliori ortaggi esportati dagli Stati Uniti nel 1995. Broccoli e asparagi rappresentavano circa il 90% dei 102,6 milioni di dollari di verdure esportate dagli Stati Uniti al Giappone nel 1994. Gran parte della produzione statunitense va all’industria del congelamento. I migliori stati produttori di broccoli nel 1992 erano California, Arizona e Texas.

I broccoli stanno gradualmente diventando un ortaggio popolare in altre parti del mondo. Germoglio verde italiano e calabrese sono le varietà più popolari di broccoli. I ceppi precoci e a media maturazione di Italian Green Sprouting, Midway, Green Mountain e Grand Central, sono di colore verde bluastro scuro e producono grandi teste compatte e molti germogli laterali dopo che la testa centrale è stata tagliata. La cultivar De Cicco, il principale broccolo invernale coltivato in Texas, è di colore verde chiaro e produce abbondanti germogli laterali.

Sedano (Apium graveolens L.) appartiene alla famiglia delle Apiaceae (Umbelliferae), e comprende tre distinte varietà coltivate che vengono coltivate in diverse parti del mondo per diversi scopi economici. Queste varietà sono classificate di seguito, in base alle parti botaniche della pianta consumata.

Apium graveolens var. dulce, nome comune ‘sedano: ‘le piante di sedano sviluppano piccioli succulenti e solidi che vengono utilizzati per lo più crudi come insalata.

Apium graveolens var. rapaceum, nome comune “sedano rapa” o ” sedano rapa.’È caratterizzato dallo sviluppo di ipocotile allargato o tessuto radicale. Si consuma per lo più cotto in stufati e zuppe o grattugiato su insalata.

Apium graveolens var. secalinum, nome comune ‘smallage’ o ‘sedano foglia:’ le piante hanno piccioli frondosi, sottili e spesso cavi. Le sue foglie sono usate come guarnizione di condimento e per scopi medicinali.

Il genere Apium è diffuso in tutto il mondo, in particolare nel bacino del Mediterraneo, in Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica e Sud America. Tra le specie 14, Apium graveolens è l’unico tipo coltivato. Il bacino del Mediterraneo è considerato il centro della sua origine. Argentina e Cile sono i paesi più ricchi di specie di Apium. Il sedano è importante in Europa e in America. Il suo habitat si estende dalla Svezia verso sud fino all’Algeria, Egitto ed Etiopia e in Asia dal Caucaso (Bluchistan) alle montagne dell’India. Il sedano selvatico può essere trovato in aree umide o paludose di diversi paesi europei, Egitto e parti dell’Asia. Fu usato per la prima volta come pianta medicinale e come alimento nel 1500 d.C. L ‘ “Odissea” di Omero menziona il salinon (sedano) coltivato nell ‘850 a.C., ma questa prima forma, in seguito chiamata “smallage”, era una pianta frondosa, piuttosto pungente e amara, e usata esclusivamente per le medicine.

Il sedano è stato dimostrato come un vero ortaggio in Italia nel XVI secolo. A quel tempo, apparvero i primi rapporti delle tre varietà orticole, ‘sedano’, ‘sedano rapa’ e ‘smallage’. La selezione per piccioli solidi e succulenti ha dato luogo a tipi di “sedano”, mentre la selezione per ipocotili ingranditi ha dato origine a tipi di “sedano rapa”.

L’uso fresco del sedano iniziò nel diciottesimo secolo e il suo uso come vegetale negli Stati Uniti fu registrato nel 1806. Viene utilizzato in insalate miste o come antipasto, nel qual caso viene spesso farcito con crema di formaggio o burro di arachidi. Negli Stati Uniti, gran parte del raccolto di sedano viene consumato allo stato grezzo, ma quantità considerevoli vengono utilizzate in succhi di verdura, zuppe e stufati e come verdure cotte.

Nel XVIII secolo, due varietà di sedano italiano a stelo solido disponibili in Francia erano il “Sedano solido” e il “Rosa striato”. Nel 1875, Chemin selezionò una linea nota come “Sedano bianco dorato solido”, che divenne la varietà ” Paris Golden Yellow Self-Blanching. Nel 1884, Pascal selezionò una linea di sedano verde da questa varietà, che era conosciuta nel commercio dei semi come sedano Pascal.”Nel 1887, entrambe le varietà furono introdotte in Nord America sotto i nomi di “White Plume” per il tipo auto-blanching e “Giant Pascal” per il tipo verde.

La parola ‘dente di leone’ deriva dal francese ‘Dent de Lion’ che significa ‘dente di leone’ e riflette la forma frastagliata della foglia. In precedenza, era considerata un’erbaccia nociva, ma ora il dente di leone coltivato è stato sviluppato dalla specie selvatica (Taraxacum officinale), un membro della famiglia Compositae. È un grande favorito in Europa e, in misura minore, negli Stati Uniti. Le sue foglie sono usate crude in insalate o cotte come verdure. I fiori possono essere fermentati per produrre vino. Le radici, simili a quelle della cicoria, possono essere utilizzate come sostituto del caffè.

Il finocchio è prodotto commercialmente negli Stati Uniti, ma la maggior parte del suo seme è importato dall’India, dall’Argentina e dalla Bulgaria. L’olio volatile (costituente dell’anetolo) dei semi di finocchio è un agente aromatizzante adattabile utilizzato nella produzione di sottaceti, profumi, saponi, liquori, gocce per la tosse e caramelle alla cicoria.

Il finocchio di Firenze (Foeniculum officinale) è anche un tipo di insalata di foglie. È originario dell’Europa meridionale e ricorda il finocchio selvatico. Il tipo “Carosella” (Foeniculum piperitum, DC), ampiamente utilizzato a Napoli e poco conosciuto altrove, è una specie molto strettamente imparentata con F. officinale. La pianta viene utilizzata durante la corsa per fiorire. I fusti freschi e teneri, disponibili solo da fine marzo a giugno, vengono serviti crudi e ancora racchiusi nei fusti espansi; il finocchio italiano( F. dulce), una pianta perenne di breve durata chiamata anche finnochio, viene coltivato come annuale. La base delle sue foglie diventa ingrandita e bulbosa e, una volta sbollentata, ha la consistenza del sedano utilizzato principalmente per aromatizzare.

Il carciofo (Cynara scolymus L.), appartenente alla famiglia delle Asteraceae (Compositae) nella tribù Cynarae, è chiamato in modo da distinguerlo dal Topinambur (Helianthus tuberosus). È un ortaggio importante nei paesi mediterranei, dove viene prodotto il 90% del raccolto mondiale di carciofo. Italia, Spagna, Francia e Argentina sono i principali produttori. Cyanara cardunculus L. var. il Lam sylvestris (il cardo selvatico) è ampiamente diffuso nel bacino del Mediterraneo occidentale (Spagna, Marocco, Algeria, Tunisia e Sicilia). C. sibthorpiana Boiss e Heldr si trova nella parte centrale (Peloponneso, Isole Egee e Cirenaica), e C. syiaca Boiss si trova nella parte orientale (Palestina).cavoli Rapa (Brassica oleracca var. gongylodes), appartenente alla famiglia Cruciferae (Brassicaceae), è una biennale erbacea gonfio bulbo-come stelo vegetale coltivato come annuale. Gli scrittori dell’antica Roma avevano descritto il cavolo rapa, che fu sviluppato nel nord Europa nel XV secolo. È una coltura minore coltivata nei paesi temperati e in alcune aree subtropicali. I tuberi o gli steli gonfi, che si sviluppano sopra il terreno, possono essere dovuti alla crescita secondaria dello spessore. Il tubero viene raccolto prima che diventi duro o legnoso.

Oca (Oxalis tuberosa Molina) appartiene alla famiglia Oxaliolaceae. È un’antica coltura coltivata dai popoli precolombiani e negli altopiani andini. La produzione commerciale avviene in Messico, in America Centrale e nell’isola meridionale della Nuova Zelanda.

La pastinaca (Pastinaca sativa L.) appartiene alla famiglia delle Ombrellifere (Apiaceae). È una biennale nativa dell’Europa e dell’Asia occidentale e viene coltivata per le sue grandi radici carnose e anche per le sue foglie. E ‘ stato introdotto nelle Indie Occidentali nel 1564, ma cresce bene ai tropici solo ad alta quota. I Romani e i greci lo usavano per scopi medicinali e alimentari nei tempi antichi.

Rabarbaro (Rheum spp.) è una coltura vegetale molto precoce e ad alto rendimento, adatta per la coltivazione in regioni climaticamente fresche. Il Regno Unito, i Paesi Bassi, la Germania, i paesi nordici, il Canada e gli Stati Uniti sono le principali regioni di coltivazione del rabarbaro. È una pianta di coltura commerciale minore ma molto comune nei giardini. Il rabarbaro (Rheum rhaponticum) è una pianta perenne longeva, con steli commestibili, ed era originariamente originario della Siberia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.