Pubblicato il Lascia un commento

Storia

Siamo una comunità religiosa di frati ispirata a San Francesco d’Assisi. Come francescani, viviamo e lavoriamo con coloro che hanno bisogno di aiuto poor i poveri, i diseredati, i bisognosi. Serviamo Dio attraverso l’opera che do…in le comunità che serviamo.

Francesco d’Assisi ha creato una comunità di uguaglianza la cui missione era quella di proclamare che la Buona Novella è disponibile per tutti gli uomini, specialmente per quelli evitati dalla società. Quasi 800 anni dopo, i cappuccini continuano a costruire su questa tradizione francescana attraverso la preghiera, la contemplazione, la predicazione e la cura dei bisognosi. Oggi predichiamo, insegniamo, cuciniamo e consigliiamo. Serviamo negli ospedali, nelle scuole, nelle mense, nelle parrocchie e nei campi di missione. Siamo pastori, artisti, missionari, agricoltori, meccanici e scrittori.

Tutte le persone sono destinate a godere dei doni della creazione di Dio. Questo è il fondamento della vita cappuccino-francescana. I frati della Provincia Cappuccina di S. Joseph servire in una varietà di ministeri tra cui il servizio sociale, scuole, cappellania, case di ritiro e parrocchie in Michigan, Wisconsin, Illinois, Indiana, Montana, Arizona, California, Nicaragua, e Panama. Abbiamo servito a Detroit per oltre 125 anni.

La Provincia cappuccina di San Giuseppe ha iniziato il suo ministero di Detroit sul Monte. Elliott Street nel 1883 e ha sviluppato una missione religiosa per vivere e lavorare tra i poveri. I frati erano propaggini dell’Ordine Cappuccino in Svizzera, consiglieri spirituali e confessori che trovarono una casa nella zona di Detroit un tempo conosciuta come Russell Grove. Era comune vedere i frati viaggiare a cavallo e in carrozzina. Avrebbero raggiunto i parrocchiani fino a Roseville-un viaggio che era allora un viaggio di un’intera giornata.

Nel giro di pochi anni, i Cappuccini costruirono il maestoso Monastero di San Bonaventura sul monte. Elliott-volutamente localizzare in un quartiere dove la gente di strada erano noti per riunirsi. Presto si sparse la voce che i cappuccini avrebbero aiutato chi era nel bisogno, fornendo consulenza spirituale e un panino. Nel 1924, Solanus Casey, un uomo semplice – un semplice prete – arrivò al monastero e ampliò per sempre la sua attenzione.

La Mensa dei poveri ha avuto il suo inizio ufficiale durante la Grande Depressione del 1929, un periodo di devastante povertà nazionale che ha causato i poveri di questa comunità di Detroit a bussare alla porta sul retro del monastero per chiedere il pane. “Hanno fame, portate loro un po ‘di zuppa e panini”, ha detto p. Solanus era noto per dire ai frati. Nel tempo le linee sono cresciute fino a più di 2.000 persone in attesa del loro singolo pasto del giorno. I frati sapevano che dovevano fare di più.

In risposta alle travolgenti esigenze sociali del tempo, i frati si sono rivolti agli uomini e alle donne dei francescani secolari e si sono uniti a loro per raccogliere cibo dalle fattorie, fare zuppe, cuocere il pane e servire i pasti nella sala accanto al monastero. Da questi inizi è cresciuta la Mensa dei Cappuccini di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.