Pubblicato il Lascia un commento

Un sacco pieno di Sorrys: Cosa significa scusarsi veramente

Hai mai sentito il detto “Puoi riempire i tuoi sorrys in un sacco”? In genere significa che la persona che fa il commento è stanco di sentire le scuse dell’altra persona. Questa è una sensazione molto comune quando le relazioni sono al punto di abbattere. Le parole “Mi dispiace” sono diventate prive di significato e invece di ispirare la riconciliazione, queste parole sono diventate fonte di rabbia e sfiducia. Una vera scusa significa molto di piu ‘ che dire che ti dispiace.

Tutti devono sapere come scusarsi. Le relazioni personali e commerciali sono complicate e puoi inavvertitamente offendere o ferire un’altra persona. Ci sono momenti in cui ti sbagli, quando rompi una promessa, o quando dici o fai qualcosa che provoca dolore emotivo e talvolta anche fisico ad un’altra persona. Se il vostro comportamento è stato intenzionale o non intenzionale, si deve chiedere scusa se si desidera mantenere il rapporto. Anche se non si desidera mantenere il rapporto, una persona di carattere si scuserà per il loro cattivo comportamento solo perché è la cosa giusta da fare.

Penseresti che dire che ti dispiace sarebbe sufficiente per riparare la relazione e ripristinare i buoni sentimenti. Mentre il tuo “sorrys” può ottenere il lavoro fatto per infrazioni molto minori, la maggior parte del tempo solo essere dispiaciuto non è sufficiente. Le scuse complete implicano più di poche semplici parole. Se il problema continua a venire più e più volte, se il dolore e la rabbia indugiare al di là delle scuse, o se la fiducia non è mai completamente ripristinato nelle vostre relazioni importanti, allora avete bisogno di fare di più che semplicemente dire che ti dispiace. Per le tue scuse per essere abbastanza potente per rilasciare il problema e per guarire il rapporto, l ” altra persona deve credere veramente che si intende.

Gary Chapman e Jennifer Thomas hanno scritto un libro intitolato “The Five Languages of Apology” (2006). Gli autori sottolineano che le scuse complete non sono una questione semplice. Descrivono cinque aspetti fondamentali delle scuse: esprimere rammarico, accettare responsabilità, fare restituzione, pentirsi sinceramente e chiedere perdono. Chapman e Thomas indicano che mentre ciascuno di questi punti è importante, una persona in particolare può valutare uno o due di questi aspetti più degli altri. Per riparare la violazione in una relazione, l’autore del reato deve scusarsi pienamente con la soddisfazione dell’altra persona e l’offeso deve essere disposto a perdonare l’autore del reato.

Ecco i componenti di una scusa completa ed efficace.

Il primo passo per le scuse è esprimere rammarico. Qui è dove dici: “Mi dispiace”. Stai riconoscendo che il tuo comportamento ha avuto un impatto negativo su un’altra persona. Quando dici che ti dispiace, devi dirlo con le tue parole e il tuo comportamento. Stabilire un contatto visivo, dare l “altra persona la vostra piena attenzione, parlare con emozione nella tua voce, e poi essere specifici su come avete ferito l” altra persona. Lascia che l’altra persona sappia che capisci come le tue parole e/o il tuo comportamento li hanno feriti.

In secondo luogo, devi accettare la responsabilità del tuo comportamento dicendo: “Ho sbagliato”. È importante possedere fino ai vostri errori senza incolpare l ” altra persona o fare scuse per il vostro comportamento. Spesso una persona ammetterà di aver sbagliato e poi offrirà una scusa per il comportamento, usando le parole: “Mi sbagliavo, ma….”. Quando lo fai, le scuse vengono date e poi portate via. Se vuoi veramente scusarti per il tuo comportamento, devi possederlo senza cercare di scusarti o incolpare qualcun altro per quello che hai fatto. Ancora una volta, le tue parole e il tuo comportamento devono dimostrare di comprendere appieno ciò che hai fatto era sbagliato.

Il passo successivo nelle vostre scuse è quello di rendere la restituzione, se possibile. Devi offrirti per sistemare le cose. A volte è davvero facile vedere cosa si può fare per fare ammenda – è possibile offrire i doni del tempo, amore, servizio, o anche segni di cura. Forse si può anche annullare quello che hai fatto. Ci sono altre volte non è chiaro cosa si può fare per fare fino a l ” altra persona. Ciò che è di fondamentale importanza è che il vostro atto di restituzione ha un significato; quindi non fare ipotesi su come farlo bene. Chiedi all’altra persona cosa puoi fare per compensare ciò che hai fatto e ascolta attentamente la risposta. Poi seguire attraverso con la loro richiesta. Se l’altra persona non sa cosa suggerire, offrire alcune idee e vedere se si può venire con qualcosa che farà la differenza.

Il quarto linguaggio delle scuse, secondo Chapman e Thomas, è quello di pentirsi sinceramente per aver ferito l’altra persona. Non devi solo dire che ti dispiace, devi dimostrare il tuo rimpianto essendo disposto a cambiare il tuo comportamento. Se sei sinceramente dispiaciuto per il tuo comportamento, farai ogni sforzo per non farlo di nuovo. Se l’atto per cui ti stai scusando fa parte di un modello di comportamento abituale che si verifica più e più volte, devi sviluppare un piano chiaro per cambiare il tuo comportamento. Puoi mettere il tuo impegno per iscritto, puoi entrare in consulenza o altri tipi di trattamento, puoi cambiare la tua routine, puoi sviluppare un sistema di jogging nella tua memoria, oppure puoi chiedere l’aiuto delle persone a te vicine. Potresti non avere successo immediatamente, ma ciò che è importante qui è che stai sinceramente cercando di cambiare il tuo comportamento e stai mettendo tutto il tuo sforzo nel fare il lavoro necessario per apportare un cambiamento nel comportamento. Ci sono momenti in cui un altro intervallo di comportamento segna la fine della relazione. In questi casi, il semplice tentativo non è abbastanza buono; e dire che ti dispiace non è abbastanza buono. È necessario assicurarsi che il comportamento non accada di nuovo o essere disposti a subire le conseguenze.

L’aspetto finale di una completa scusa è chiedere perdono. Quando si chiede l “altra persona per il perdono, si sta riconoscendo che avete fatto qualcosa di sbagliato, si desidera che il rapporto da ripristinare, e si sta permettendo a voi stessi di essere vulnerabili, dando il potere del rapporto con l” altra persona. Il perdono non viene facilmente e non è qualcosa che puoi ricevere su richiesta. Quando chiedi perdono, devi essere disposto ad aspettare che l’altra persona sia pronta a perdonare. Ci possono essere condizioni poste sul perdono tale attesa fino alla restituzione è stata fatta. Può volerci del tempo perché i sentimenti feriti diminuiscano o perché la persona creda di essere veramente sincera. Quando dai questo potere all’altra persona, devi darlo completamente e aspettare che l’altra persona sia pronta e disposta a tornare alla relazione e a ricominciare a fidarti.

Fare delle scuse complete non è facile, ma è essenziale per guarire le relazioni. Se semplicemente appianare le cose o prendere scorciatoie, o se si pensa che se si ignora il problema andrà via, si è doppiamente sbagliato. Le ferite in una relazione hanno un modo di accumularsi nel tempo. Le trasgressioni possono sembrare da dimenticare, ma poi improvvisamente, qualche piccola trasgressione può essere la goccia che fa traboccare il vaso e la relazione finisce. Quando questo accade, di solito è troppo tardi per dire che ti dispiace; non importa quanto pienamente si scusa.

È relativamente facile dire che ti dispiace ma devi ricordare che queste sono solo parole. Le tue parole non hanno alcun significato o potere se non ti assumi la responsabilità del tuo comportamento, fai la restituzione se possibile, pentiti sinceramente per quello che hai fatto e poi chiedi perdono alla persona offesa. Quando metti i tuoi sentimenti e il tuo comportamento dietro le tue parole e offri scuse complete, la vera riconciliazione e la guarigione sono possibili nelle tue relazioni più importanti.
Shirley Vandersteen, Ph. D.
Psicologo registrato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.